ANSAcom

Blackrock, con i dati finanza Esg fuori dalla nicchia

Confronto sul futuro al Milano Green Forum

MILANO ANSAcom

Da decenni si parla di finanza sostenibile, che ora potrebbe finalmente uscire dalla nicchia sulla spinta della consapevolezza sempre maggiore dei cittadini, degli investimenti senza precedenti del green deal europeo e anche della tecnologia e dei dati. È questo il quadro tracciato dal managing director e head di BlackRock Italia, Giovanni Sandri, alla seconda edizione del Milano Green Forum, interamente digitale, dove indica una crescita del 275% degli investimenti sostenibili tra gennaio e settembre 2020.
"Ora che abbiamo dati più ricchi, riusciamo a valutare meglio come le aziende stanno comportando", dice Sandri, che racconta di come Blackrock stia sviluppando una tecnologia per correlare la performance finanziaria di una società rispetto al rischio climatico.
Anche secondo il rettore dell'Università Bocconi, Gianmario Verona, gli strumenti per misurare e valutare l'azione delle aziende sono la prossima sfida per lo sviluppo sostenibile. "L'idea che le aziende non sono nate per il profitto a breve termine - afferma Verona - è un ritorno alle origini. La teoria c'è già, quello che manca è riuscire ad avere dei parametri che ci aiutino ancora di più a dimostrare come si riesca a crescere organicamente".
La strada è segnata e sono tante le esperienze e le buone pratiche presentate al Milano Green Forum. "Il nostro obiettivo primario è quello di diffondere una cultura ambientale trasversale come contenuti e come destinatari", osserva la portavoce del forum, Costanza Kenda, che annuncia una nuova edizione dell'evento, non solo virtuale, nel 2021.
Tra i progetti che riguardano la città, il presidente di A2A, Marco Patuano, illustra la proposta della società di portare, con i fondi europei, il teleriscaldamento a 150 mila famiglie milanesi "spegnendo le caldaie che sono uno dei grandi fattori di inquinamento". Mentre il sindaco, Giuseppe Sala, assicura che "ogni del Comune è pensato avendo in mente l'obiettivo di andare verso una transizione ambientale".
"Milano è in prima fila come smart city e come laboratorio su tanti versanti: il versante architettonico, il versante digitale, il versante degli studi su energia", riconosce il capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea, Massimo Gaudina che sottolinea come l'azione per il green deal debba essere a tutti i livelli. "La salute del pianeta e quella dei cittadini vanno di pari passo - dichiara Gaudina - e solo attraverso il coinvolgimento di tutti, anche a livello locale, potremo rispondere a queste sfide"

In collaborazione con:
MILANO GREEN FORUM

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie