S&P, 500 miliardi di bond sostenibili contro le ingiustizie

Il Covid accresce disuguaglianze e anche la richiesta di equità

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 12 NOV - Le istanze di maggiore giustizia sociale, rese più urgenti dagli effetti della pandemia sulle diseguaglianze, potrebbero spingere le emissioni di debito sostenibile, anche a causa del rapido aumento dei social bond, a superare i 500 miliardi di dollari quest'anno. Lo afferma l'agenzia di rating S&P Global.
    "Gli shock economici generati dalla pandemia - rileva S&P - hanno ampliato le disuguaglianze esistenti in tutto il mondo, portando a una maggiore richiesta di giustizia sociale nell'affrontare questa minaccia per la salute". In questo contesto, "le persone più povere, le minoranze e le donne soffrono in modo sproporzionato a causa dei crescenti divari in termini di salute, abitazioni, reddito e istruzione nell'ambito delle misure di contenimento del COVID-19 e questo potrebbero metterli in una condizione di svantaggio per gli anni a venire".
    Per questa ragione, "al fine di finanziare programmi per affrontare il problema, governi, enti sovranazionali e società, tra le altre cose, hanno accelerato l'emissione di strumenti, compresi i social bond, le cui emissioni sono aumentate di quasi quattro volte quest'anno, arrivando a 71,9 miliardi di dollari rispetto ai livelli del 2019". "Anche a causa del rapido aumento delle emissioni di social bond" il mercato del debito sostenibile "potrebbe superare i 500 miliardi di dollari quest'anno". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA