"La giornata dell'allevatore" a San Pietro mercoledì'

Coldiretti-Aia,in migliaia per festeggiare Sant'Antonio Abate

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 16 GEN - E' tutto pronto per la 'Giornata dell'allevatore'' che verrà festeggiata domani mercoledì, per l'undicesimo anno consecutivo a Roma, in occasione di San Antonio Abate patrono degli animali e protettore dei lavoratori delle stalle, degli armenti e delle attrezzature agricole.

A piazza San Pietro verrà allestita una vera e propria 'Arca di Noe' con mucche, asini, pecore, maiali, capre, cavalli, galline e conigli delle razze più rare e curiose salvate dal rischio di estinzione dagli allevatori italiani che giungeranno in migliaia da tutta Italia. Una festa organizzata dall'Associazione italiana Allevatori (Aia) e della Coldiretti, dove si potranno trovare, per la tradizionale benedizione, le mucche Pezzata Rossa e Chianina, la Pecora Merinizzata, la Capra Girgentana con le caratteristiche corna a cavaturacciolo, il maiale Appulo-Calabrese, il Cavallo Agricolo Italiano da Tiro Pesante rapido, l'Asino Ragusano, curiose varietà di conigli, oche e molte altre razze mai viste prima tutte assieme. In piazza Pio XII verrà celebrata la Messa dal Cardinal Angelo Comastri, mentre a concludere la manifestazione saranno la sfilata di cavalli e cavalieri lungo via della Conciliazione e la benedizione solenne, alla presenza di Autorità civili e militari. Sarà presente anche una 'delegazione' degli animali salvati dalle aree terremotate e per l'occasione sarà divulgato il dossier ''Gli animali nelle case degli italiani'' alla presenza dei presidenti della Coldiretti e dell'Aia, Roberto Moncalvo e Roberto Nocentini. A Cascia "l'evento in Vaticano - ha annunciato l'assessore comunale e a sua volta allevatrice, Daniela Benedetti - sarà trasmesso, anche su maxi schermo". La decisione di partecipare alla manifestazione con due pullman dalla città di Santa Rita, ha detto Benedetti, "nasce dal desiderio di fare qualcosa di speciale per la comunità che è stata fortemente colpita dagli eventi sismici del 2016, che hanno messo a dura prova la popolazione e gli stessi allevatori" Nel bolognese invece il Consorzio Parmigiano Reggiano festeggerà Sant'Antonio, patrono dei contadini e degli allevatori e protettore degli animali domestici, sabato a Fico presso il Teatro Arena, dove si terrà l'apertura in contemporanea di 10 forme di Parmigiano Reggiano e, a seguire, la degustazione delle diverse varietà.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: