Domenica nelle Oasi, visite gratuite in 200 parchi

Giornata Wwf e RiservAmica per la tutela della biodiversità

Redazione ANSA

Domenica a spasso nel verde, in oltre 200 parchi italiani, per scoprire e apprezzare la ricchezza degli ecosistemi e delle specie di flora e fauna del nostro Paese: l'occasione è la Giornata delle Oasi Wwf che quest'anno grazie alla collaborazione con l'Arma dei carabinieri si affianca alla quinta edizione di RiservAmica.

I due enti proteggono 230 tra oasi, parchi e riserve naturali dello Stato, tutte aree che per l'occasione saranno aperte gratuitamente ai visitatori. I "gioielli" da ammirare sono tantissimi, dai fenicotteri nella Laguna di Orbetello al cervo sardo nella foresta di Monte Arcosu, in Sardegna, dai grifoni della riserva di Monte Velino all'orso marsicano della riserva Feudo Intramonti in Abruzzo. L'evento coincide con la prima edizione della Giornata dedicata alla Rete Natura 2000 indetta pochi giorni fa dalla Commissione Europea e precede la Giornata mondiale della Biodiversità indetta dall'Onu per il 22 maggio.

 Il lupo è la specie scelta dal Wwf per l’edizione di quest’anno, un animale che ha recuperato negli anni il suo areale dopo anni di persecuzione e che frequenta come molte altre specie, almeno 6 delle aree protette dall’associazione, ma che oggi rischia di nuovo "la pelle" a causa del bracconaggio e della cattiva informazione. "Le oasi del lupo" prevedono iniziative speciali e appuntamenti dedicati nelle aree frequentate dal predatore al centro della campagna Wwf: Oasi di Guardiaregia-Campochiaro in Molise, Oasi dei Ghirardi in provincia di Parma, Montovolo in provincia di Bologna, Monte Sant’Elia in Puglia, Penne e Gole del Sagittario in Abruzzo.

L'Italia, ricorda il Wwf, è un campione di biodiversità: la sua fauna conta oltre 58 mila specie con numerose varietà endemiche, cioè esclusive del nostro territorio, come il camoscio appenninico. Diversità anche per la vegetazione, con 8.100 specie di piante autoctone, di cui 1.460 endemiche. Un immenso patrimonio che però è a rischio: il Belpaese è trappola per 8 milioni di uccelli migratori e circa 30 aree sono terreno pericoloso a causa del bracconaggio, ai danni di rapaci e altre specie simbolo come il lupo e l'orso.

SCIENZIATI PER UN GIORNO. Il Wwf organizzerà presso Le Riserve Naturali dello Stato Lago di Burano (GR) e Le Cesine (LE), bioblitz in collaborazione con il progetto CSMON-LIFE. I visitatori, famiglie e appassionati alla scoperta della Biodiversità, potranno diventare per un giorno cittadini scienziati (citizen scientist). Grazie all’utilizzo dell’App CSMON-LIFE, scaricabile gratuitamente, sarà possibile, accompagnati da guide e ricercatori, segnalare le specie presenti nelle campagne del progetto e inviarle, sempre tramite smartphone, al team di esperti e specialisti. Le specie segnalate arricchiranno la banca dati della biodiversità.

Bioblitz alla ricerca di animali e piante anche a Ripa Bianca di Jesi (AN), con iniziative per bambini e ragazzi, tra cui la "biogara" al riconoscimento degli insetti, la messa a dimora collettiva di una siepe e in serata alla ricerca del misterioso "rospo smeraldino". A Valmanera (AT), Oasi consacrata a didattica ed educazione ambientale (dove è presente il CEA Villa Paolina), tra le tante iniziative ci saranno due "bioblitz": quello mattutino alla ricerca di farfalle, insetti, uccelli e altro ancora, quello pomeridiano alla ricerca degli animali e delle piante dell’Oasi. A Le Bine la giornata coincide con il secondo Bioblitz delle aree protette della Lombardia i visitatori potranno rispondere alla domanda: "Chi cadrà nella rete?" con esperti che mostreranno le attività di inanellamento dell’avifauna a scopo scientifico. A Monte Arcosu (CA) e Guardiaregia (CB) è in programma la "biogara", sulle tracce della biodiversità. I visitatori sono coinvolti nel riconoscimento/monitoraggio di alcune specie di coleotteri. A Valpredina bioblitz dedicato a piante, fiori e uccelli della riserva.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA