Coronavirus: Costa, grazie a lavoratori settore rifiuti

Redazione ANSA ROMA

"Ai lavoratori che operano nel settore dei rifiuti, servizio di pubblica utilità indispensabile per il Paese - e non posso non pensare ai numerosi rifiuti ospedalieri che continuano a prodursi di giorno in giorno - va il mio ringraziamento sincero. Dico grazie a tutti gli attori della gestione ambientale per la loro professionalità e abnegazione. A loro deve andare la gratitudine di tutti i cittadini, così come a tutti coloro - e sono tanti - che in questa emergenza sanitaria aiutano il Paese ad andare avanti". Così il ministro dell'Ambiente Sergio Costa.

"E' alta l'attenzione di tutto il governo a chi sta garantendo l'efficienza dei servizi, ambientali e non solo, minimi ma indispensabili - aggiunge il ministro -. È necessario garantire l'assegnazione dei dispositivi di protezione individuali per tutti coloro che sono esposti e che silenziosamente operano per assicurare la pulizia e il decoro delle nostre città, quanto mai importanti adesso. La salute di tutti è un bene tutelato dall'articolo 32 della nostra Costituzione e va garantita come diritto fondamentale dell'individuo e interesse della collettività". 

Le aziende che operano nel settore dei rifiuti ospedalieri e speciali sanitari "sono attive nel garantire, a tutto il sistema sanitario nazionale, servizi adeguati, pur nel contesto di straordinaria emergenza" assicura Lucia Leonessi, direttore generale di Confindustria Cisambiente (che raggruppa le aziende del settore della ecologia, dell'igiene ambientale e dell'energia rinnovabile), che ha tra i suoi associati Eco Eridania Spa che raccoglie la gran parte dei rifiuti ospedalieri del mercato nazionale. L'associazione smentisce "alcune notizie allarmistiche che stanno circolando indebitamente e faziosamente in queste ore" e "intende rassicurare la cittadinanza sul fatto che da un punto di vista ambientale gli ospedali italiani, già sottoposti a grandi prove di forza in questo momento, siano sicuri e serviti costantemente da centinaia di uomini che non si stanno risparmiando e cercano di non venire meno al proprio impegno nei confronti della collettività. Tutto questo avviene nel pieno rispetto delle norme di sicurezza dettate dall'attuale emergenza, smaltendo i rifiuti ospedalieri secondo quanto stabilito nel quadro legislativo in campo ambientale".

Confindustria Cisambiente chiede "al Governo rigore e sostegno nei confronti di aziende che, senza alzare la voce e senza chiedere scorciatoie, continuano a lavorare con senso di responsabilità e a dare il proprio contributo in questa situazione critica a tutela della salute di tutti: cittadini, medici e degli stessi lavoratori".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie