Teen

Me Contro Te, dalla Sicilia alla conquista di YouTube

Luì e Sofì: 'Il nostro segreto? Ogni video come fosse l'unico'

Me contro te, gli YouTuber Sofi' e Lui' © ANSA

Un tempo c'erano i 'sorcini', oggi ci sono le 'trote': diverso l'oggetto della passione, identico il bisogno di appartenenza. E così duemila ragazzini di età da scuola elementare - le trote, appunto - hanno polverizzato gli ingressi al parco acquatico di ZooMarine, vicino Roma, per incontrare i loro beniamini dei video: Luì e Sofì. Sono gli YouTuber di 'Me Contro Te', da cui il gioco di parole, i loro filmati raccolgono milioni di visualizzazioni, sfornano un video al giorno e piacciono anche ai genitori, tanto da esser stati premiati dal Moige alla Camera.

Sofia Scalia e Luigi Calagna sono una coppia di fidanzatini diventati, clic dopo clic, un fenomeno di YouTube. "Veniamo da un paesino della Sicilia dove a stento arriva la connessione a Internet - ci racconta Luì al termine di giornata lunghissima e rovente passata a far foto e firmare autografi - e con un effetto a cascata siamo arrivati dove siamo". "Il primo video - completa Sofì - lo hanno visto, all'inizio, solo i nostri genitori".

A cliccarlo oggi, quel filmato di 3 anni fa, fa tenerezza tanto è lontano dalla produzione attuale: pochi minuti e poche parole, mentre oggi ogni video è di almeno 10 minuti, le gag si susseguono e la coppia di 'Me Contro Te' ha ormai piena coscienza del mezzo. Quel che già c'era, e ora appare rinsaldata, è la capacità di passarsi la palla, di completare l'uno i pensieri dell'altra. "Ci sentiamo a nostro agio, fare video è diventato naturale" ammette Sofì. E Luì sottolinea l'obiettivo di migliorarsi sempre. "Ogni giorno realizziamo un video - rivendica - ed è come fosse l'unico, senza pensare a quelli successivi". Sono pudici davanti alla parola successo, Luì e Sofì, e non la pronunciano nonostante nel 2017 siano stati scelti come protagonisti della serie TV di Disney Channel "Like Me".

Capaci di far fibrillare d'emozione cuori piccoli, i Me contro te sembrano voler coccolare ciascuna di quelle due milioni e mezzo di 'trote' iscritte al canale YouTube, che li adorano e che attendono con febbrile fedeltà il filmato quotidiano. Parlano di cose semplici, a volte quasi banali, e sono in grado annodare attraverso lo schermo il filo della fiducia, che li lega non solo ai figli ma anche a padri e madri, al punto che il loro canale YouTube ha ricevuto il premio assegnato dal Movimento Italiano Genitori (MoiGe) perché "particolarmente educativo", e perché la visione dei loro filmati stimola la fantasia dei bambini, è consigliabile.

"E' stato un onore ricevere questo premio - si schermisce Sofì - ed è importante che i genitori percepiscano che siamo persone spontanee e pulite...". "Bello che per la prima volta sia stato premiato un canale YouTube", rivendica Luì. Solo per un attimo Sofì tradisce il piglio siciliano: "Il web veniva considerato spazzatura. Prima". Poi si ricompone, e rimette su quel sorriso che conquista.

  • Francesco Fabbri
  • ROMA
  • 09 luglio 2018
  • 08:38

Condividi la notizia