Coronavirus, 13 modelli premium hanno aumentato le vendite

Jato Dynamics, Bmw X3 in testa. Guadagnano quote anche i plug-in

Redazione ANSA ROMA

Ci sono tredici modelli, quasi tutti di fascia alta e medio alta, che nonostante la pandemia hanno visto aumentare le loro vendite in aprile, mentre altri 419 - tra quelli in evidenzia nelle classifiche - hanno fatto segnare un calo, spesso anche drammatico. Nell'analisi realizzata da Jato Dynamic e che è relativa all'Europa, le auto che non hanno sofferto per il Covid-19 sono state Mercedes EQC, Porsche Cayenne Coupé, Skoda Scala, Bmw X7, Audi e-Tron, Mercedes GLE, Bmw X6 e Mercedes GLS. Buone anche le performance di Volkswagen Passat, Bmw X3 (modello premium più venduto in aprile), Volvo S60/V60, Skoda Kamiq, Skoda Octavia, Ford Puma e Mercedes GLC. Nel complesso, segnala Jato Dynamic, il volume delle vendite in Europa è sceso in aprile da 1,34 milioni del 2019 a 292mila nel 2020 ma ''poiché la quarantena non è stata applicata con identiche modalità in tutti i Paesi, le immatricolazioni sono diminuite in tempi e livelli diversi''. Ad esempio, in Scandinavia, dove ai cittadini è stata concessa una maggiore libertà di movimento, le vendite sono diminuite del 37%, il calo più basso. Al contrario, quattro dei più importanti cinque mercati, cioè Italia, Regno Unito, Spagna e Francia, hanno registrato cali molto significativi a seguito alle rigide restrizioni con immatricolazioni crollate da 646.000 unità nell'aprile 2019 a 34.000 nello stesso mese del 2020. Nonostante il blocco delle concessionarie nel primo trimestre e gli indicatori economici negativi - segnala Jato Dynamic - i veicoli elettrici ed elettrificati hanno continuato a guadagnare quote arrivando a 50.400 unità, pari al 17% della quota di mercato totale anche se la domanda complessiva - nel confronto con l'aprile 2019 - è diminuita del 46%. Il calo più rilevante è stato quello delle auto ibride pure (-66% a 18.900 unità) seguito dalle elettriche (-29% a 16.700 unità), mentre gli unici ad aumentare in tempi di pandemia sono stati gli ibridi plug-in (+7% a 14.000 unità). A beneficiare di questa situazione sono state Volkswagen, Volvo, Audi e Ford con i modelli Passat PHEV (981 unità), Up BEV (678 unità), Volvo V60 PHEV (897), XC40 PHEV (339 unità); Audi e-Tron (1.289 unità), Audi A3 PHEV (465), Ford Puma HEV (1.170 unità) e Kuga PHEV (753 unità). Altri modelli chiave come Tesla Model 3, Renault Zoe e Nissan Leaf hanno invece fatto registrare cali rispettivamente del 37%, del 47% e del 56%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie