Coronavirus, prestiti Intergea tasso 0 per propri dipendenti

Per collaboratori delle concessionarie a disposizione 2 milioni

Redazione ANSA ROMA

Intergea, il maxigruppo di rivendita automobili che conta tra i suoi concessionari Autoingros, Logica, Theorema, Forza e Tecnogest, si schiera a fianco dei propri collaboratori per far fronte all'impatto economico dell'emergenza Covid-19. I 300 dipendenti del Gruppo, uno dei più importanti in Italia, potranno contare su un monte prestiti fino a 2 milioni di euro, che verranno erogati ad interessi zero per un massimo di 5 o 10mila euro - a seconda che si tratti di dipendenti diretti o collaboratori - e che potranno essere restituiti in 10 anni a partire dal 2021.

''Le famiglie hanno bisogno di liquidità e ne hanno bisogno adesso per fronteggiare le spese correnti, mutui, affitti, bollette - ha spiegato Alberto Di Tanno, presidente del Gruppo Intergea e della Nobis Filo Diretto Assicurazioni - Le misure restrittive che stiamo vivendo, per quanto necessarie al fine di contenere il virus, stanno mettendo a dura prova le imprese, piccole e grandi, e tutti i lavoratori. Come azienda che opera nel mercato libero dell'automotive, abbiamo adottato questa forma di aiuto per i nostri dipendenti. È un impegno concreto e solidaristico che arriva là dove il sistema creditizio è ancora imbrigliato in rigidi parametri burocratici.

Le persone - ha concluso Di Tanno - rappresentano il vero valore di un'impresa e l'impresa cerca di fare la sua parte senza tentennamenti, attraverso il supporto e lo sviluppo di soluzioni per i singoli''.

Quella appena annunciata è una misura che si somma a quelle che il Gruppo ha già messo in campo per fronteggiare l'attuale crisi legata al Coronavirus. Tra le prime approvate, c'è stato l'anticipo delle provvigioni di marzo e aprile per gli agenti della compagnia assicurativa Nobis Filo Diretto e una polizza assicurativa per tutti i 600 lavoratori del Gruppo auto e di quello assicurativo, che prevede indennità e diarie da ricovero in caso di degenza ospedaliera o isolamento domiciliare.

Tutte le concessionarie del Gruppo Intergea hanno attivato le necessarie misure di prevenzione, previste dai decreti emanati dal Governo per il contenimento e la gestione dell'emergenza Covid-19. ''Gli autosaloni si stanno attrezzando e sono pronti a riaprire anche intensificando le protezioni di sicurezza, non appena sarà superato il blocco - ha precisato Di Tanno - sottolineando come le concessionarie si siano già munite di paratie di separazione con il pubblico, mascherine e prodotti igienizzanti; anche gli spazi sono stati modulati e ripensati per mantenere le adeguate distante precauzionali, in vista della cosiddetta fase 2''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie