Cina: da giugno obbligatori caschi e cinture di sicurezza

Campagna di informazione e multe severe per i trasgressori

Redazione ANSA

Scatterà dal primo giugno in Cina l'obbligo del casco per i motociclisti e quello delle cinture di sicurezza per gli automobilisti. Lo ha annunciato il Ministero cinese della pubblica sicurezza. La polizia, viene riferito, infliggerà pene severe ai trasgressori e il ministero lancerà una campagna di informazione per la popolazione. Attualmente il mancato uso dei dispositivi di sicurezza è la principale causa di morte negli incidenti stradali in Cina che coinvolgono motociclette, scooter elettrici e automobili, con l'80 per cento dei decessi conseguenti a lesioni craniche. Il ministero ha sollecitato anche le autorità locali a migliorare la pubblicità sulla sicurezza stradale e a promuovere l'abitudine di indossare il casco tra i motociclisti. Ha inoltre promesso di punire le imprese che speculano sulla vendita dei dispositivi, aumentandone i prezzi. La cooperazione con i regolatori del mercato è stata avviata a tutti i livelli. (ANSA-XINHUA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie