Karma L4 furgone guida autonoma per operare in zone critiche

Basato su variante della piattaforma elettrica E-Flex Revero GT

Redazione ANSA ROMA

La nuova piattaforma E-Flex per veicoli elettrici, presentata nei giorni scorsi da Karma, l'azienda californiana specializzata in veicoli luxury con propulsione esclusivamente a batteria, ha trovato una interessante applicazione anche in veicolo commerciale che la stessa Karma definisce 'soluzione ideale per le consegne dell'ultimo miglio in periodi di quarantena come l'attuale''. Il nuovo furgone E-Flex L4, basato sulla seconda delle cinque piattaforme E-Flex, propone infatti una modalità di funzionamento di guida autonoma di livello Sae 4 - realizzata utilizzando la piattaforme di elaborazione Nvidia Drive AGX - che è perfetta per le attività in ambito urbano senza contatto fisico tra il guidatore (che resta a bordo) e gli utenti a cui vengono consegnate le spedizioni. Il funzionamento è basato su un'architettura scalabile, con due processori Nvidia Xavier e due GPU Tensor Core. Questo computer AI ad alta efficienza energetica e ad alte prestazioni gestisce contemporaneamente una serie di reti neurali profonde per una guida sicura, altamente automatizzata e completamente autonoma. La piattaforma software e la suite di sensori del furgone L4 sono supportati da WeRide, che copre una visione a 360 gradi e fornisce localizzazioni ultraprecise in tempo reale grazie a diversi sensori tra cui LiDar, radar, videocamera, GNSS e INS.

Il furgone Karma L4 è l'ultimo di una serie di progetti di sviluppo della piattaforma con la piattaforma E-Flex, già adottata per la pluripremiata Revero GT. Ulteriori piattaforme 'dimostrative' - si legge nella nota della Karma - saranno svelate nei prossimi mesi e includono altri veicoli a guida autonoma, supercar e altro ancora. La piattaforma E-Flex di Karma può essere configurata in 22 modi diversi, inclusa l'installazione della tecnologia SAE L4 su piattaforme BEV ed EREV. La tecnologia del furgone autonomo può anche essere ridimensionata per fungere da veicolo di prima risposta per soccorsi in caso di catastrofi o crisi di sanità pubblica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie