Covid, autoscuole: Unasca chiede uniformita' su territorio

Nodo esami, proroga patenti e fogli rosa

Redazione ANSA

 Zone rosse ed esami di guida per le patenti, Unasca chiede uniformità di procedure. Con il via libera del Senato, è stata sancita la proroga per le patenti e per i fogli rosa scaduti o in scadenza durante l’emergenza Covid: il nuovo termine è stato rinviato al 30 aprile 2021. Il provvedimento vale per tutta Italia, non solo per le zone rosse.
Nei giorni scorsi al centro del dibattito le questioni sulla Calabria zona rossa elettorale criticità per gli esami per le patenti, al centro di un incontro nei giorni scorsi delle Autoscuole Unasca con il Viceministro Cancelleri, durante il quale è stato anticipato che i fogli rosa in scadenza sarebbero stati prorogati tutti con via via automatismi, sino al termine dello stato di emergenza nazionale.
‘’’L’emendamento - ha detto Cancelleri, che ha la delega alla Motorizzazione civile - ha l’avallo del MIT e della Commissione bilancio. È stato fortemente voluto dal Ministero e dalla maggioranza’’. ‘’Riguarda la proroga di tutti i certificati fino alla data di fine emergenza Covid, e riguarda quindi anche i fogli rosa. Abbiamo fatto un ragionamento – ha aggiunto – su proroghe temporali di tot settimane o mesi. Quando il Presidente del Consiglio farà un nuovo dpcm spostando la data dell’emergenza, verrà allungata anche la temporaneità dei certificati. Con questo emendamento saniamo la questione’’.
E se per la Calabria, il MIT conferma la scelta di una «sospensione cautelativa per dare certezze che indirizzeranno l’attività delle autoscuole, tutelano il personale degli uffici e il comportamento degli utenti», come ha riportato il Direttore della DGT Sud Pasquale D’Anzi, il Segretario nazionale delle Autoscuole Unasca Emilio Patella ha ribadito la «necessità di disposizioni chiare e uniformi per tutte le zone rosse del Paese, in primo luogo per evitare che le autoscuole che pure continuano a lavorare in alcune zone rosse figurino invece chiuse in altre, con il rischio di perdere l’accesso ai ristori del Governo, in secondo luogo per permettere il regolare svolgimento degli esami delle patenti A e delle patenti superiori dove non si verifica la presenza di tre persone come per le patenti B».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie