Human Technopole, emendamento vincola 60% risorse alla ricerca pubblica

Prevista anche una Commissione indipendente per la valutazione

Redazione ANSA

Chiede di vincolare alla ricerca pubblica il 60% delle risorse destinate alla Fondazione Human Technopole, l'emendamento all'articolo 28 delle legge di Bilancio la cui prima firmataria è la senatrice Laura Granato (M5S). Tra le altre firme, quelle delle senatrici Liliana Segre ed Elena Cattaneo.

L'emendamento prevede inoltre l'istituzione di una "Commissione indipendente per la valutazione", "secondo le migliori pratiche internazionali della valutazione tra pari individuando i valutatori esclusivamente tra scienziati senza affiliazioni, incarichi o collaborazioni in Università, Irccs, e enti pubblici di ricerca italiani".

La cifra che si chiede di vincolare è pari a circa 84 milioni di euro l'anno, sui 140 milioni l'anno del finanziamento della Fondazione Technopole.

I criteri per la composizione, anche numerica, della Commissione, si legge ancora nell'emendamento, vengono definiti dal ministro per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca e dal ministro della Salute, "con decreto interministeriale di natura non regolamentare".

Alla Commissione spetta inoltre il compito di valutare i progetti di ricerca che intendano sviluppare la parte
tecnologica avvalendosi della quota di risorse per lo Human Technopole vincolata alla ricerca pubblica.
Sempre per la quota vincolata alla ricerca pubblica l'emendamento una contabilità separata per la quota vincolata e che "Ai fini degli esiti della ricerca, i ricercatori che ai sensi del presente articolo svolgono in tutto o in parte i loro progetti di ricerca presso la Fondazione Human Technopole conservano l'affiliazione dell'Ente scientifico di provenienza".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA