Rischio di rinvio per le norme Ue sulle pratiche sleali nel settore alimentare

De Castro, o il testo passa la prossima settimana o addio alla direttiva

Redazione ANSA BRUXELLES

Rischia il rinvio l'approvazione delle nuove norme Ue che vietano le pratiche commerciali sleali nel settore agroalimentare, attese da agricoltori e Pmi alimentari da oltre 10 anni. La settimana prossima la plenaria di Strasburgo dovrebbe dare l'ok al testo, che ha già avuto il via libera da 4 commissioni, per cominciare il negoziato con il Consiglio da chiudere entro fine anno.

Ma in una lettera inviata a tutti i capigruppo dell'Europarlamento, di cui l'ANSA ha preso visione, l'organizzazione che rappresenta le grandi catene di supermercati europee Eurocommerce chiede agli eurodeputati di rinviare. Sulla stessa linea gli europarlamentari del Ppe di alcuni paesi (Germania, Danimarca, Olanda), mentre un gruppo di ong ambientaliste solleva perplessità su un singolo emendamento sugli standard ambientali.

"Se non avremo un mandato la prossima settimana, dimentichiamoci questa direttiva perché i tempi non ci sono", ha avvertito il relatore Paolo De Castro partecipando a un forum del sito web Euractiv. Riguardo alle preoccupazioni delle ong, "posso assicurare - scrive De Castro in una nota dell'Europarlamento - che nel negoziato con il Consiglio continueremo a promuovere la produzione di prodotti che rispettano gli standard ambientale e di benessere animale più elevati". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: