Misure a tutela del Made in Italy agroalimentare nel nuovo Dl

Bellanova, a sostegno delle imprese per contrastare ricatti commerciali e concorrenza sleale

Redazione ANSA

ROMA - Garantire liquidità alle imprese agricole per estinguere i debiti bancari attraverso mutui a tasso zero e tutela del Made in Italy agroalimentare nel mondo con l'introduzione di sanzioni contro pratiche commerciali sleali che colpiscono imprese e prodotti italiani: sono queste alcune delle misure per il settore agroalimentare contenute nel Dl varato dal Consiglio dei Ministri. Lo rende noto il ministero delle Politiche agricole.

Previste inoltre misure a sostegno ai lavoratori del settore agricolo con la cassa integrazione in deroga e di sostegno alle aziende agricole che esercitano attività agrituristiche, con la sospensione di tutti i versamenti contributivi, previdenziali, e dei premi per l'assicurazione obbligatoria. "Si tratta di prime urgenti misure a sostegno delle imprese del settore agroalimentare e per contrastare ogni forma di pratica e concorrenza sleale che saranno ampliate e rafforzate rapidamente con i prossimi provvedimenti", rileva nel comunicato la ministra Teresa Bellanova. "Con la Task Force istituita presso il ministero - prosegue la nota - siamo in contatto continuo con tutte le organizzazioni del settore, le rappresentanze dei lavoratori, la distribuzione, le associazioni degli agriturismi per raccogliere esigenze e criticità da affrontare".

Per Bellanova è necessario "sostenere agricoltura e agroalimentare italiani per non bruciare le ottime performance registrate in questi anni e impedirne l'esposizione a ogni forma di ricatto commerciale e di concorrenza sleale". Coldiretti, Dl riguarda 500 aziende agricole Ad essere interessate dal decreto sono le circa 500 aziende agricole, agriturismi e stalle confinate insieme a centomila mucche e maiali negli undici comuni della zona rossa fra Lombardia e Veneto a causa dei provvedimenti restrittivi adottati". Lo afferma la Coldiretti, in riferimento alle prime misure contenute nel decreto approvato dal Consiglio dei ministri per offrire aiuti all'economia nelle zone rosse più duramente colpite dal coronavirus annunciate dal Ministro della Politiche Agricole, Teresa Bellanova. "Si tratta del primo provvedimento - sottolinea - per alleviare i pesanti effetti economici ed occupazionali subiti a causa dei provvedimenti restrittivi adottati che hanno colpito aree a forte vocazione agricola, dagli allevamenti ai vigneti, dagli agriturismi alle cantine fino ai seminativi. Ma le difficoltà per le imprese - conclude - si estendono in realtà all'intera Penisola con il Made in Italy agroalimentare direttamente condizionato dall'emergenza coronavirus nell'attività produttiva e commerciale che va quindi sostenuta".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie