A Saint-Rhemy-En-Bosses è il Jambon day

L'8 luglio torna appuntamento con celebre prosciutto crudo

Redazione ANSA AOSTA
(ANSA) - AOSTA - Nel suggestivo borgo di Saint-Rhemy, a pochi chilometri dal confine con la Svizzera, torna l'appuntamento con il Jambon De Bosses dop, il "re dei prosciutti crudi". L'8 luglio sarà il 'Jambon day' con visite allo stabilimento di produzione, degustazioni guidate, intrattenimento musicale e un mercato enogastronomico dalle 10 alle 18.

Come nasce il celebre Jambon: le cosce di suino, attentamente scelte, vengono massaggiate per far fuoriuscire residui di sangue e siero, poi salate a secco con sale marino, pepe macinato, spezie e un miscuglio di erbe autoctone, e poi tenute a temperatura controllata, lasciando "lavorare" il sale per 20 giorni; dopo il lavaggio e l'asciugatura vengono poste nelle camere di stagionatura che si protrae tra i 12 e i 24 mesi in un luogo fresco e ventilato. "Un processo di lavorazione artigianale lungo e prezioso - si legge nella presentazione della sagra - perché racchiude il sapere della tradizione di un intero villaggio". La stagionatura si protrae tra i 12 e i 24 mesi in presenza dei fieni del territorio in un luogo fresco e ventilato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA