A Palazzo Lomellino gli inediti di Strozzi

Anche 15 opere del grande genovese mai esposte

Redazione ANSA GENOVA

GENOVA - Oltre quaranta opere, di cui una quindicina mai esposte e cinque inediti, ripercorrono i momenti salienti della carriera del pittore seicentesco genovese Bernardo Strozzi, in una mostra dedicata dal titolo 'La conquista del colore' a palazzo Nicolosio Lomellino a Genova.

La mostra, promossa dall'associazione Palazzo Lomellino di Strada Nuova e curata da Anna Orlando e Daniele Sanguineti, festeggia i quindici anni di apertura al pubblico di palazzo Nicolosio Lomellino che al suo interno conserva uno dei capolavori del maestro genovese, l'affresco 'Allegoria della Fede che giunge nel Nuovo Mondo'.

Il percorso espositivo si svolge su cinque sale a partire dalla pala del 'Martirio di Santa Lucia', una delle opere degli esordi del pittore per poi passare a una serie di ritratti, tra sacro e profano, fino ad arrivare nella sala principale, dove la ricerca della spazialità è il fulcro. Uno specchio posizionato appositamente cattura l'affresco del soffitto, e il ciclo della 'Allegoria delle Fede che giunte nel Nuovo Mondo' diventa quadro, creando un concetto particolare di spazio. Il percorso porta poi lo spettatore nella sala della luce e si chiude con la sala didattica.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA