Lega contro esclusione Regioni da gestione ReactEu

'Fatto gravissimo'. In campo Bizzotto, Panza e Conte

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Che il moribondo Governo Conte voglia escludere le Regioni dalla gestione dei 13,5 miliardi del React Eu, strumento importantissimo del pacchetto Next Generation EU creato per combattere la crisi economica generata dal Covid, è un fatto gravissimo e molto pericoloso per il nostro Paese e rappresenta l'ennesimo intollerabile rigurgito centralista di questo Governo". Così in una nota Mara Bizzotto, eurodeputata della Lega, che sul caso ha presentato un'interrogazione urgente alla Commissione europea chiedendo "che nella fase di valutazione del dossier presentato dal Governo Conte, dato che il negoziato è ancora in corso e si concluderà entro marzo, Bruxelles corregga questa inaccettabile decisione che esclude Regioni ed enti locali".

Sulla stessa linea il collega Alessandro Panza, componente della commissione per lo sviluppo regionale (Regi), che definisce "inaccettabile" l'ipotesi e aggiunge: "L'unico modo per spendere velocemente e adeguatamente i fondi che arrivano dall'Europa è quello di togliere di mezzo la burocrazia e rendere più agili le procedure, attività che le regioni sono assolutamente in grado di fare".

Per un'altra eurodeputata leghista, Rosanna Conte, la mossa del governo sarebbe "non solo in violazione dei principi della politica di coesione - perché React Eu ne è parte - ma anche e soprattutto a danno di cittadini e imprese. Questo scippo non farà che aumentare la burocrazia, rallentando l'impegno di risorse fondamentali per far ripartire i territori. Tanto più vista la gestione fallimentare della crisi da parte di questo governo di incapaci".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie