Percorso:ANSA > Europa > Altre news > L'Italia deferita alla Corte Ue per smog, rifiuti e xylella

L'Italia deferita alla Corte Ue per smog, rifiuti e xylella

Decisioni della commissione europea per violazioni

17 maggio, 11:26
Una croce di colore rosso tracciata su alcuni ulivi infettati dalla 'Xylella fastidiosa', il  batterio che sta decimando gli ulivi del Salento Una croce di colore rosso tracciata su alcuni ulivi infettati dalla 'Xylella fastidiosa', il batterio che sta decimando gli ulivi del Salento

La Commissione Ue ha deferito l'Italia alla Corte di giustizia europea per aver violato le norme antismog e non aver ottemperato alle indicazioni di abbattimento degli ulivi colpiti da xylella. La decisione sull'inquinamento dell'aria si riferisce alla violazione dei limiti Ue per il particolato Pm10.

 

Con la stessa motivazione, l'esecutivo Ue ha deferito Ungheria e Romania e ha denunciato alla Corte anche Francia, Germania e Regno Unito per il superamento dei limiti di biossido di azoto. Quanto al batterio killer degli ulivi, l'accusa è di per non aver pienamente applicato le misure Ue, tra cui l'abbattimento delle piante malate.

 

IL DEFERIMENTO PER SMOG E RIFIUTI RADIOATTIVI

IL DEFERIMENTO PER LA XYLELLA


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA