Eurodeputati, sulle Fake News debole la risposta Ue alla guerra ibrida

Glucksmann (S&D), ora azione forte a minacce da regimi stranieri

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES "Una guerra ibrida è stata dichiarata contro le nostre democrazie e la risposta è stata debole e poco efficace, adesso serve una azione esterna con strumenti legislativi contro queste minacce condotte da attori e regimi stranieri, come la Cina e la Russia, che organizzano assalti e attacchi contro di noi e le nostre democrazie". Così l'eurodeputato Raphael Glucksmann (S&D), presidente della commissione speciale sulle interferenze straniere del Parlamento europeo nel corso di una conferenza stampa con i giornalisti.

"Ci stiamo confrontando con dei sistemi potenti ed il nostro arsenale è limitato di fronte a questi tipi di attacchi , è un vero problema e dobbiamo prendere le cose seriamente", ha aggiunto precisando che per quanto riguarda "le interferenze straniere la Cina costituisce la principale minaccia" .

L'eurodeputato ha poi sottolineato che da parte della "Commissione europea sono stati fatti degli sforzi di sensibilizzazione sul tema, ma i mezzi per difendere le nostre democrazie da queste minacce sono deboli". Da parte sua l'eurodeputata Sandra Kalniete (Ppe) ha chiesto di fare una riflessione sulla diversa natura degli attacchi, delle minacce", facendo riferimento ad esempio alla disinformazione online, "un problema grave che richiede delle risposte rapide", Kalniete ha poi ricordato la "campagna massiccia di fake news sulla pandemia", sottolineando che "quello che vendiamo sui social è solo la punta dell'iceberg".


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie