Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Brexit: Tajani da May, diritti expat sono priorità

Brexit: Tajani da May, diritti expat sono priorità

'Dialogo positivo con premier Gb, cose nella giusta direzione'

20 aprile, 21:15
Il presidente del ParlamentoUe Antonio Tajani con la premier britannica Il presidente del ParlamentoUe Antonio Tajani con la premier britannica

LONDRA - "I diritti dei cittadini europei residenti in Gran Bretagna e quelli dei britannici che vivono nell'Ue" sono "l'argomento principale" per l'Europarlamento dei negoziati sulla Brexit fra Londra e Bruxelles e Theresa May ha confermato che sono "una priorità anche per il Regno Unito". Così il presidente dell'assemblea di Strasburgo, Antonio Tajani, dopo un incontro a Downing Street con la premier britannica.

 

"L'incontro è stato molto positivo", ha sottolineato Tajani, osservando che sul tema dei diritti degli espatriati (fra cui centinaia di migliaia di italiani residenti in Gran Bretagna) i margini di accordo ci sono. "Se il buon giorno si vede dal mattino le cose dovrebbero andare nella giusta direzione", ha concluso il presidente del Parlamento Europeo.

 

Il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, invita la premier britannica, Theresa May, a Strasburgo per favorire il dialogo e consentirle di "illustrare la posizione negoziale britannica" in vista della Brexit. Lo ha annunciato lo stesso Tajani dopo aver incontrato May a Londra, primo rappresentante europeo in visita nel Regno Unito dopo lo scioglimento di ieri della Camera dei Comuni e l'avvio della campagna per le elezioni anticipate dell'8 giugno: ora si attende la risposta ufficiale di Downing Street. "Abbiamo parlato di Brexit, ma anche di temi come la lotta al terrorismo o la situazione in Africa", ha aggiunto Tajani, affermando che è nell'interresse anche di Strasburgo che Ue e Gran Bretagna trovino il modo di mantenere buone relazioni anche dopo il divorzio di Londra da Bruxelles.

 

Un voto per la "stabilità": è l'auspicio, ma anche la previsione del presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, in visita oggi a Londra, sulle elezioni anticipate convocate ieri formalmente per l'8 giugno in Gran Bretagna. "E' un voto che secondo me garantirà stabilità - ha detto Tajani di fronte al numero 10 di Downing Street, dopo un incontro con la premier conservatrice Theresa May - e a noi interessa avere un interlocutore stabile, mi auguro con una maggioranza forte". Si tratta di una precondizione, ha insistito, per raggiungere più facilmente "un accordo sulla Brexit, che per noi rappresenta una prima tappa" a cui dovrà seguire "poi un accordo sulle future relazioni fra Regno Unito e Ue". Accordo - ha rimarcato Tajani - che "su alcune questioni fondamentali come la lotta a terrorismo e crimine organizzato, l'immigrazione e la politica di difesa" sia in grado di confermare per la Gran Bretagna un ruolo di "protagonista in Europa con l'Ue" anche dopo la Brexit.

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA