WGC, Simpson e Fitzpatrick al comando dopo il 1/o giro

In Florida deludono Johnson e DeChambeau. Koepka e Garcia 3/i

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - In Florida il World Golf Championships-Workday Championship at The Concession di golf inizia nel segno di Webb Simpson e Matthew Fitzpatrick, entrambi alla guida del leaderboard con un parziale di 66 (-6). A Bradenton, nel round d'apertura del primo (per un totale di 4) WGC (il mini circuito mondiale) del 2021, le sorprese non sono mancate. Dustin Johnson, numero 1 del world ranking e grande favorito della vigilia, è 64/o (77, +5) come Bryson DeChambeau, re dello Us Open 2020. Mentre Patrick Cantlay, al comando della classifica della FedEx Cup, è stato costretto a dare forfait, per problemi allo stomaco, a poche ore dall'inizio della rassegna. Dopo un giro chiuso in 83 (+11) s'è ritirato dalla sfida anche Matthew Wolff.
    Sul percorso del The Concession Golf Club (par 72), dove sono rimasti in gara 71 concorrenti (tra questi 46 tra i migliori 50 al mondo, erano 48 prima del doppio abbandono di Cantlay e Wolff), buon inizio pure per gli americani Brooks Koepka, Billy Horschel e Kevin Kisner, 3/i (67, -5) al fianco dello spagnolo Sergio Garcia.
    Tra i big, condividono la 7/a posizione (68, -4) gli statunitensi Patrick Reed (vincitore nel 2020, quando il torneo si giocò in Messico prima di essere trasferito per Covid in Florida) e Tony Finau, oltre allo spagnolo Jon Rahm, numero 2 mondiale. E' invece 13/o (69, -3) Rory McIlroy, che punta a completare il "WGC Slam".
    Con la testa rivolta a Tiger Woods, coinvolto in un grave incidente d'auto e trasferito oggi in un altro ospedale di Los Angeles per continuare le cure, i campioni del green non si sono risparmiati in campo. Prova bogey free per l'inglese Fitzpatrick, autore di 6 birdie che, per la seconda volta consecutiva ha aperto la settimana con un 66. Un bogey e 7 birdie per l'americano Simpson (nono nel ranking mondiale), che insegue il primo titolo in un WGC alla 21/a apparizione.
    Prestazione assolutamente deludente per Johnson. Sembra invece essere in crisi di gioco e risultati DeChambeau, grande protagonista nel 2020. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA