Open d'Italia: scatta il moving day, Paratore in campo

Sale l'attesa per Canter, l'uomo dei record sul green alle 12:30

Redazione ANSA POZZOLENGO

(ANSA) - POZZOLENGO, 24 OTT - All'Open d'Italia è l'ora del "moving day". Sul percorso dello Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (Brescia), teatro della 77esima edizione della massima rassegna del golf tricolore - in scena, causa Covid, a porte chiuse - il primo a scendere in campo, alle 8:35, al fianco dello spagnolo Eduardo De La Riva, è stato Renato Paratore. L'azzurro, ieri 62/o, è chiamato a una grande rimonta per giocarsi poi il tutto per tutto domani, nel round finale.
    Il taglio ha lasciato in gara 67 (dei 114 iniziali) giocatori.
    Tra loro anche Lars Van Meijel che ieri era stato l'unico golfista a non riuscire a finire il round per l'arrivo dell'oscurità. L'olandese, sul filo dell'eliminazione, è riuscito con un birdie nelle ultime due buche della manche, completate stamattina, a staccare il pass per il moving day.
    Sono sei (sui 17 d'inizio torneo), gli azzurri in gara. Con Paratore anche Federico Maccario (sceso sul green alle 8:45). E ancora: Lorenzo Gagli, al via alle 9:15 e Francesco Laporta, che sarà sul tee della buca 1 alle ore 10. Dopo di lui toccherà a Guido Migliozzi (10:10). Mentre alle 11:15 sarà il turno di Lorenzo Scalise, ieri diciottesimo e fin qui il miglior italiano della sfida.
    Sale l'attesa per Laurie Canter, l'uomo dei record dell'Open d'Italia. Prima il giro più basso dal 1972, poi il primato eguagliato - che resisteva dal 2002 e fu realizzato da Ian Poulter - relativo al miglior score (128, -16), almeno da quando esistono le statistiche ufficiali dell'European Tour, dopo due manche. Il 30enne di Bath (sud-ovest dell'Inghilterra) sfiderà il connazionale Ross McGowan (ieri grande sorpresa), secondo con 130 (-14), e il sudafricano Dean Burmester. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA