Perquisizioni a skinheads Como

Dopo irruzione in un circolo, polizia al lavoro

Una serie di perquisizioni sono scattate giovedì mattina da parte della polizia nei confronti di appartenenti a 'Veneto Fronte Skinhead', la formazione di estrema destra che nei giorni scorsi ha fatto irruzione in un circolo di Como. Le perquisizioni sono state disposte dalla procura comasca. Gli uomini della polizia hanno perquisito le abitazioni di diversi militanti del Veneto Fronte Skinhead tra Como, Brescia, Genova, Lodi, Mantova e Piacenza. I militanti perquisiti sono indagati dalla procura di Como per violenza privata in concorso. Le perquisizioni sono state effettuate dagli agenti della Digos di Como coordinati dall'antiterrorismo.

La Polizia ha sequestrato pc, tablet e altri supporti informatici per accertare, anche attraverso le mail, se i responsabili dell' irruzione al circolo, avessero pianificato il blitz e da dove è partita l'iniziativa. Gli investigatori vogliono anche verificare se si tratti di un fatto isolato o che rientri in una strategia più articolata e più ampia. Gli inquirenti hanno contestato, insieme con la violenza privata, l'aggravante del numero delle persone. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa