Tolto alla famiglia 15enne ludopatico

Decisione Tribunale nel Cremonese, ragazzo affidato a comunità

   E' affetto da una grave dipendenza dai videogiochi. Per questo il ragazzo, su decisione del Tribunale dei minori è stato allontanato dalla famiglia e affidato il ragazzo ad una comunità di tutela.
    La vicenda, che si svolge nel Cremonese va avanti da diversi anni e riguarda una famiglia da tempo seguita dai servizi sociali: genitori separati, mamma con problemi di droga e giudiziari, figlia scappata di casa col fidanzato e in passato, a sua volta, affidata a una comunità. Da questa situazione è emersa la condizione del figlio, ora quindicenne, con difficoltà nell'apprendimento, schiavo della consolle e pertanto vittima di una dipendenza da videogiochi da cui non riesce a liberarsi. Da qui la decisione dei giudici si affidarlo a una comunità.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Imprese & Mercati

null

Autotrapianto capelli: al Centro Medico M.R. di Bergamo il chirurgo risponde

Dal 24 al 30 settembre prima visita e consulto gratuiti per prevenire la calvizie e conoscere le tecniche mini invasive per la ricrescita dei capelli


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa