Rapine, due arresti a Civitanova Marche

Sorpresi a rubare in casa picchiarono con violenza proprietari

La polizia di Civitanova Marche ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di due pluripregiudicati di 39 e 48 anni, uno originario della provincia e l'altro di origini campane. I due sono accusati di rapina per aver aggredito e picchiato violentemente i proprietari di un'abitazione di Civitanova Marche dove erano stati sorpresi a rubare. I fatti risalgono al pomeriggio del 21 marzo scorso; vittime due fratelli che abitano nell'appartamento con la madre. I malviventi erano riusciti a impossessarsi di gioielli e svariati orologi per un valore di alcune migliaia di euro. Qualche giorno dopo i due fratelli, mentre percorrevano in auto corso Umberto I, avevano riconosciuto uno dei rapinatori.
    La polizia aveva subito acquisito le immagini delle telecamere installate in zona, arrivando a identificare il 39enne. Le indagini hanno poi consentito di risalire al campano. I due arrestati sono ora in carcere uno a Montacuto, l'altro a Marino del Tronto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere