• La ricetta di Altman, 'rating' Ue per dare più credito a Pmi
ANSAcom

La ricetta di Altman, 'rating' Ue per dare più credito a Pmi

Docente a evento CS Mare. Zubin, aiutare imprese a investire

Bruxelles ANSAcom

Creare una nuova tipologia di rating per le Pmi, cioè uno strumento comune europeo che permetta agli investitori di prevedere i rischi e i benefici del mercato in maniera trasparente, favorendo così l'accesso al credito delle aziende. È la ricetta presentata al Parlamento europeo del professor Edward Altman, docente dell'Università di New York conosciuto in tutto il mondo per aver inventato nel 1968 lo Z-Score, indice tuttora ampiamente utilizzato per valutare lo stato di salute finanziario di un'azienda. "Crediamo che avere una cultura del credito significhi ottenere informazioni molto più trasparenti", ha spiegato Altman durante l'evento organizzato da Fondazione CS Mare e dal Gruppo di iniziativa italiana (GII), in collaborazione con il vicepresidente del Parlamento Ue Fabio Massimo Castaldo (M5S).

"Se potete avere una misurazione del rischio precisa e uguale in tutta Europa, allora avrete qualcosa che potrebbe interessare agli investitori. Avere una cultura del credito con un linguaggio comune è ciò che serve per la sostenibilità di questo mercato" ha detto il professore presentando la nuova versione del suo Z-Score creata su misura per le Pmi. Nel corso dell'evento, un forte appello è arrivato anche per il potenziamento delle sinergie fra le istituzioni Ue e le associazioni d'imprese al fine di assicurare sia un equo accesso al credito, sia l'adeguamento della formazione e delle competenze delle Pmi agli standard internazionali.

"Per effetto delle progressive decarbonizzazione e digitalizzazione, entro i prossimi 5-10 anni le Pmi dovranno necessariamente trasformarsi investendo in formazione e innovazione, o finiranno per essere fuori contesto, che è peggio di essere fuori mercato", ha evidenziato Evelin Zubin, presidente di Fondazione CS Mare. Zubin ha chiesto che l'Italia diventi "il Paese campione in Europa per testare se queste nostre idee sono fattibili o meno". Invito raccolto "con enorme piacere" dall'eurodeputato Castaldo: "Vogliamo che l'Italia sia un campione in questa battaglia, ne va del nostro futuro e della volontà di essere uno dei motori dell'Ue che verrà", ha dichiarato. Durante l'evento, Fondazione CS Mare ha distribuito la sua nuova pubblicazione sulle difficoltà incontrate dalle Pmi nell'accedere al mondo finanziario, suggerendo anche alcune soluzioni.

In collaborazione con:
CS Mare

Archiviato in