Ior: tempi lunghi per processo a Caloia

Dedicata a eccezioni preliminari 1/a udienza Tribunale vaticano

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 9 MAG - Non avrà tempi brevi il processo in Vaticano all'ex presidente Ior, Angelo Caloia, e al legale Gabriele Liuzzo, accusati di peculato e autoriciclaggio in relazione a dismissioni immobiliari fatte dell'Istituto tra il 2001 e il 2008, con un danno per lo Ior di 57 milioni di euro. E' stata dedicata alle eccezioni preliminari la prima udienza, durata poco meno di quattro ore stamane al Tribunale d'Oltretevere, presente Caloia, 79 anni, mentre Liuzzo, 95, è stato dichiarato contumace. E' emerso in particolare - come richiesto prima del dibattimento in aula dal difensore di Liuzzo, avv. Fabrizio Lemme - che si farà una perizia sugli immobili venduti, per valutare la congruità dei prezzi di cessione rispetto al mercato (l'indagine in Vaticano su denuncia dello Ior ritiene che i prezzi reali di vendita fossero maggiori rispetto a quelli indicati e la differenza sottratta). La Corte dovrà decidere sull'ammissibilità dei numerosi testi e dei documenti. Poi fisserà una nuova udienza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA