Ambiente: Camera commercio Bari partecipa a progetto coste

Azioni di contrasto all'inquinamento accidentale di porti e baie

(ANSA) - BARI, 18 GIU - Contrastare con soluzioni concrete eventi di inquinamento accidentali per porti e baie: è l'obiettivo del Progetto PEPSEA che ha preso il via nei giorni scorsi con il meeting iniziale a Zara, in Croazia. La Camera di Commercio di Bari fa parte della partnership e si occuperà della pianificazione e coordinamento delle attività di comunicazione.
    Si vuole così aumentare - soottolinea la Camera di Commercio barese in una nota - il livello di protezione del mare e delle zone costiere dall'inquinamento provocato dalle navi, dalle piattaforme e dalle fonti terrestri a beneficio delle attività produttive dei territori interessati, che beneficeranno del lavoro condotto da ben otto partner (quattro italiani e quattro croati).
    Oltre alla Camera di Commercio di Bari, al progetto partecipano la Contea di Zara (Capoprogetto), l'ARPA Friuli Venezia Giulia, le Contee di Sebenico e Spalato, l'ATRAC di Fiume, il Consorzio Futuro in Ricerca di Ferrara, il Parco naturale regionale veneto del Delta del Po.
    Il progetto PEPSEA, del valore complessivo di 2,9 milioni di euro, è cofinanziato dal programma di cooperazione territoriale europea Interreg Italia-Croazia 2014-2020. Sarà dedicata molta attenzione in particolare alle aree più sensibili ai pericoli di inquinamento, come ad esempio le zone di golfo, le lagune e altre zone costiere. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni