COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale UDICON

LUDOPATIA, U.DI.CON.: “BENE IL DECRETO, MA PARALLELAMENTE FRENARE GIOCO ILLEGALE”

Roma, 03/07/2018 – “Serviva una svolta decisiva per la lotta alla ludopatia, la chiediamo da anni e finalmente, qualora fosse confermato questo decreto, ce l’avremo – scrive in una nota il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con. Denis Nesci – un plauso al Governo, frenare la pubblicità sul gioco d’azzardo sarebbe sicuramente un passo importante per combattere la ludopatia, ma non basta. Parallelamente servono delle misure per combattere il gioco illegale, altrimenti si rischia di favorire un ulteriore lato negativo di questa vera e propria piaga sociale del nostro secolo chiamata gioco d’azzardo”.

La chiamano la droga del ventunesimo secolo, è considerata ormai una malattia a tutti gli effetti. La ludopatia può avere degli effetti devastanti e rischia di colpire un numero sempre crescente di famiglie italiane. Una prima mossa positiva arriva dal nuovo Governo, che vuole dare un freno alle pubblicità dei siti di scommesse e non solo. È necessario, tuttavia, muoversi in parallelo sul gioco illegale, in modo tale da non rischiare di favorirlo.

“Siamo in prima linea da sempre per combattere tutte le forme della ludopatia, siamo impegnati per questo in un progetto importante dal titolo Prevenzione On The Road – Lotta alle Dipendenze e siamo disposizione del nuovo Governo per fornire ogni tipo di contributo in questo senso – conclude Nesci – i dati sono allarmanti, intervenire subito è una priorità, l’Italia spende più in gioco d’azzardo che per i beni primari, il tempo non è più dalla parte delle nostre generazioni, facciamo in modo però, che sia dalla parte di quelle future, depauperando un mondo che rischia di essere saturo di giochi che creano dipendenza”.



Vai al sito: Who's Who