DIRETTA MONDIALI

Risultato finale
Danimarca 1
Australia 1
Risultato finale
Francia 1
Perù 0
Risultato finale
Argentina 0
Croazia 3
L'Albo d'oro
  • 1930
  • 1934
  • 1938
  • 1950
  • 1954
  • 1958
  • 1962
  • 1966
  • 1970
  • 1974
  • 1978
  • 1982
  • 1986
  • 1990
  • 1994
  • 1998
  • 2002
  • 2006
  • 2010
  • 2014

Inghilterra

Inghilterra (foto: EPA)

Inghilterra

Nuovo modulo per assalto a coppa

Quindicesima partecipazione per l'Inghilterra, un solo Mondiale vinto, quello del 1966 (con il gol fantasma di Hurst) e un piazzamento significativo che manca da Italia '90 quando la nazionale dei Tre Leoni arrivò in semifinale: il Mondiale di Russia 2018 potrebbe essere per l'Inghilterra quello buono. Soprattutto va riscattato il flop di due anni fa all'Europeo di Francia che costò le dimissioni dell'allora ct Roy Hodgson.
Inserita nel gruppo G con Belgio, Panama e Tunisia, la formazione affidata alla guida di Gareth Southgate, sulla carta, non dovrebbe avere grossi problemi a passare il turno, forse anche da favorita nonostante il Belgio abbia molte alternative.
Respinta con forza l'ipotesi boicottaggio del Mondiale prospettata da Boris Johnson, ministro degli esteri inglese, dopo la morte per avvelenamento - con sospetto coinvolgimento della Russia - di Serghei Skripal - l'Inghilterra conta molto su questi mondiali.
La qualificazione a Russia 2018 e' arrivata con relativo agio, ma senza mai entusiasmare. Soprattutto senza mai trasmettere la sensazione di una squadra definita. Wayne Rooney ha salutato la nazionale nell'agosto dello scorso anno dopo 119 presenze e 53 reti, a Southgate è toccato il compito di ridisegnare la squadra. In porta, il giovane Jordan Pickford dell'Everton (pagato in estate 30 milioni di sterline al Sunderland), ha vinto la concorrenza col veterano Joe Hart non convocato. Southgate - sulla panchina inglese dal novembre 2016 dopo l'addio di Allardyce - è deciso ad insistere con un modulo inedito per il calcio inglese, un 3-4-3 che soprattutto in difesa richiede ancora piu' di un collaudo. Grandi speranze le si ripongono in Harry Kane, 39 reti in questa stagione tra premier league e coppe. Il talentuoso attaccante del Tottenham è l'uomo su cui si fonda l'attacco inglese. Al suo fianco ci saranno giocatori del calibro di Marcus Rashford dello United e Raheem Sterling del City.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA