Sisma, "cassa integrazione nel cratere"

Per aziende turismo e commercio. Appello Vincenzo Bianconi

(ANSA) - PERUGIA, 12 MAR - "E' fondamentale ripristinare subito la cassa integrazione per le aziende del turismo e del commercio del cratere sismico. E' scaduta lo scorso 31 dicembre e, malgrado le rassicurazioni, ancora non è stata ripristinata": il grido di allarme arriva da Vincenzo Bianconi, presidente di Federalberghi Umbria e imprenditore turistico di Norcia. "Se nella prima fase post sisma era stato giusto concentrarsi sull'emergenza abitativa e sulla messa in sicurezza delle strutture danneggiate - aggiunge - adesso, dopo un anno e mezzo, è fondamentale affrontare l'emergenza del lavoro e dell'economia di tutta l'area colpita del centro Italia, altrimenti gli effetti del sisma saranno ancora più drammatici di quelli finora subiti". Bianconi sottolinea anche l'importanza di "misure che possano far programmare alle aziende il proprio futuro da qui ad almeno tre anni: provvedimenti a due, tre mesi non servono a nulla, è fondamentale dare delle certezze sia agli imprenditori che ai lavoratori". "Come ho avuto modo già di spiegare alla commissaria straordinaria alla ricostruzione, Paola De Micheli e al resto delle Istituzioni impegnate sul terremoto - dice ancora - le imprese, se si vuole mantenerle in vita, devono essere tutelate con gli ammortizzatori sociali, come appunto la cassa integrazione e con un contributo una tantum per le aziende individuali o con sgravi sulla parte contributiva". Ma il presidente di Federalberghi Umbria non chiede concessioni a pioggia: "Gli aiuti devono essere destinati a quelle imprese che hanno perdite del proprio fatturato superiore al 25% e questo deve valere sia per le ditte che possono ricorrere alla 'cassa', sia per le altre a cui, invece, dovrebbero essere concesse misure alternative". Sempre per le imprese, Bianconi suggerisce anche di individuare delle figure "dedicate" all'interno dell'Uffici speciali per la ricostruzione, "personale formato solo per seguire l'iter delle aziende, questo accelererà le pratiche". Infine su Norcia: "Siamo in una fase complicata, avremmo voluto già vedere una trentina di gru in azione nel centro storico. Speriamo che lo spettacolo della ricostruzione possa esserci con l'inizio dell'estate". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: