Turchia: 1000 arresti in 7 giorni

In gran parte per legami con Gulen, detenuti 132 sospetti Pkk

Nuova ondata di arresti di massa in Turchia sotto lo stato d'emergenza post-golpe. Nell'ultima settimana, sono 1.123 le persone arrestate in tutto il Paese con accuse di terrorismo, secondo il ministero degli Interni.
    Come avviene regolarmente dal fallito putsch del luglio 2016, nel mirino dei blitz sono finiti soprattutto sospetti affiliati alla presunta rete golpista di Fethullah Gulen (967). In manette anche 132 supposti militanti del Pkk curdo, 22 accusati di legami con l'Isis e due con gruppi illegali di estrema sinistra.
    Sotto lo stato d'emergenza, stima l'Onu, in Turchia sono state arrestate almeno 160 mila persone.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA