ANSAcom

A Piazza Affari nasce nuovo mercato minibond per pmi

Borsa Italiana presenta ExtraMot Pro3, attesa grande risposta

ANSAcom

Nasce in Borsa Italiana un nuovo mercato dedicato alle piccole e medie imprese che hanno deciso di avvalersi di strumenti di finanza alternativa tramite l'emissione di minibond. Si chiama Extramot Pro3 e "si propone come nuovo mercato per la crescita delle pmi" dando loro "la possibilità di rendersi più visibili a livello internazionale, accedendo a una platea di investitori istituzionali che normalmente accedono al mercato tramite la Borsa". A spiegarlo è Pietro Poletto, Head of fixed income products di Borsa Italiana, che oggi presenta il nuovo segmento a Piazza Affari.

"ExtraMot Pro Cube è dedicato prevalentemente alle emissioni di obbligazioni o titoli di debito da parte di società non quotate su mercati regolamentati", dice Poletto, indicando che si tratta della "naturale evoluzione" di ExtraMot Pro, il segmento nato nel 2013 grazie ai benefici fiscali e al cambio di normativa (nel 2012) che ha consentito anche a società non quotate di emettere debito. "E' stato un percorso di crescita di un mercato che in sei anni ha accompagnato oltre 230 società con 22 miliardi di euro di raccolta complessiva" e, adesso, con ExtraMot Cube, rispetto al modello precedente, "il processo di listing diventa digitalizzato attraverso una digitalizzazione degli adempimenti". Borsa Italiana si aspetta "una grande risposta" perché "le aziende hanno dimostrato in questi anni di capire il vantaggio di aprirsi al mercato mediante la Borsa".

Tra i vantaggi della quotazione di minibond su ExtraMot Pro3 ci sono: "bookbuilding di alto livello, diversificazione delle fonti di finanziamento, processo di quotazione rapido, flessibile ed economico, miglioramento della corporate governance, aumento della visibilità delle aziende". Inoltre, rispetto ad altre operazioni, "i minibond - precisa Poletto - permettono alle aziende di mantenere la governance e la stabilità azionaria e al contempo di dotarsi di strumenti di monitoraggio e gestione dei rischi che permettano loro di competere a livello internazionale".

In collaborazione con:
Borsa Italiana

Archiviato in