• Cdp: nuova sede a Genova, più vicini a imprese e enti locali
ANSAcom

Cdp: nuova sede a Genova, più vicini a imprese e enti locali

Palermo: 'Vogliamo mettere il territorio al centro'

Genova ANSAcom

Più forti in Liguria, più vicini alle imprese - soprattutto piccole e medie - e agli enti territoriali per sostenere lo sviluppo del territorio. Cassa Depositi e Prestiti ha inaugurato questa mattina a Genova la nuova sede territoriale, in via Casaregis 83 rosso, che inaugura una nuova filosofia: non più uffici di rappresentanza ma punti di riferimento operativi, che a Genova avranno quattro professionisti dedicati, due per le imprese e due per gli enti locali. "Il programma di apertura dei nuovi uffici del gruppo Cdp - Genova é il secondo - parte dalla volontà di mettere il territorio al centro del nostro operato - ha dichiarato l'a.d. Fabrizio Palermo -. Siamo già presenti a livello locale con due realtà che sono Fincantieri e Ansaldo Energia, ma vogliamo esserlo anche per supportare tutto il mondo delle imprese e le iniziative sulle infrastrutture che insieme a Regione e Comune stiamo sviluppando. I nuovi investimenti riguarderanno un supporto sia nella gestione dei progetti che nel finanziamento di importanti infrastrutture oggetto di protocolli firmati un anno fa che ora si stanno concretizzando". Alla cerimonia di inaugurazione ufficiale, a Palazzo Tursi, con anche la firma di quattro protocolli d'intesa, presenti imprenditori e istituzioni, la parola d'ordine era "Partiamo dal territorio", da quanto fatto finora ai progetti per il futuro. "Il nostro territorio necessita di circa 13 miliardi di lavori - ha sottolineato il sindaco di Genova Marco Bucci, dopo avere ringraziato Cassa Depositi e prestiti per l'aiuto ricevuto dopo il crollo del ponte -. Cdp può essere il volano positivo che non solo ci dà i mezzi per lavorare ma attrae altri investitori. Poi c'è il secondo ramo, quello che lavora come equity, cioè supportando le quote azionarie di importanti aziende italiane e genovesi: ci sono molte imprese sul nostro territorio che potrebbero essere aiutate in questo modo. Si tratta di investimenti nel privato che danno, comunque, ricadute positive sul pubblico. Certamente sull'hi-tech, la silver economy e il turismo". "L'apertura della sede Cdp a Genova stringe un rapporto che si è consolidato nel tempo - ha ricordato il presidente della Regione Giovanni Toti - ed è accelerato dopo la tragedia di Ponte Morandi. Cdp ci è stata al fianco su molte cose". E oggi può "costituire un volano per il nostro territorio" ha aggiunto. Con le grandi imprese il rapporto è già stretto, visto che Cdp controlla due grandi aziende come Ansaldo Energia e Fincantieri, ma la presenza fisica è fondamentale soprattutto per le piccole. "E' importante avere sul nostro territorio un'interlocuzione il più possibile diretta - ha sottolineato il presidente di Confindustria Genova Giovanni Mondini -. Credo che per l'industria genovese sia molto importante, soprattutto per l'export, per far conoscere gli strumenti messi a disposizione da Sace e Simest. Per il resto, se riuscissimo a mettere a terra tutti i progetti ricordati dal sindaco, Genova, la Liguria e tutto il Nord Ovest cambierebbero faccia in modo importante. Direi che oggi è il momento giusto". L'apertura della sede genovese segue quella di Verona e successivamente toccherà a Napoli, Firenze, Palermo, Bari e Torino.

In collaborazione con:
Cassa Depositi e Prestiti

Archiviato in