• Fnm: in Lombardia treni elettro-diesel, presentato modello
ANSAcom

Fnm: in Lombardia treni elettro-diesel, presentato modello

Consumo carburante ridotto del 30% con risparmio 3mln euro anno

Milano ANSAcom

In Lombardia nel 2021 circoleranno i primi treni ibridi, diesel- elettrici a basse emissioni. Il modello del nuovo Flirt destinato al servizio ferroviario regionale lombardo è stato presentato da Stadler insieme al gruppo Fnm in occasione di Expo Ferroviaria 2019, la fiera internazionale del settore che si tiene a Milano - Rho.
Il modello dimostrativo presente in fiera è accessibile e costruito nelle dimensioni originali.
Lo scorso novembre, Stadler e Fnm hanno firmato un accordo quadro per una quantità massima di 50 treni. Contestualmente alla firma è stato effettuato da Ferrovie Nord un primo ordine di 30 Flirt, la cui consegna dei primi convogli è prevista per la fine del 2021. La fornitura fa seguito a quanto stabilito dal programma di acquisto di nuovi treni, approvato e finanziato con 1,6 miliardi di euro da Regione Lombardia. "Ci siamo resi conto che l'offerta in termini di qualità del sevizio non è sempre all'altezza delle aspettative e delle esigenze dei viaggiatori - ha detto Claudia Maria Terzi, assessore alle Infrastrutture e Trasporti di Regione Lombardia -. Abbiamo deciso quindi di fare un grande sforzo economico sulla sicurezza ma anche sul comfort e sulla qualità del modo di viaggiare. Con questi treni ci sarà un trasporto pubblico di alta qualità, sicuro e moderno, per viaggiare in modo molto confortevole". I nuovi treni sono stati sviluppati con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale. Il treno è alimentato da un PowerPack nel quale sono alloggiati due motori diesel a basse emissioni di ultima generazione (livello V con catalizzatore SCR) e quattro batterie. Grazie alle batterie e alla trazione diesel- elettrica, il treno può entrare nelle stazioni delle aree suburbane con emissioni ridotte. Così oltre alle emissioni, nelle stazioni può essere ridotto anche il rumore. Rispetto alla flotta attuale, il consumo di carburante si riduce del 30%, il che corrisponde a un risparmio stimato di 3 milioni di euro all'anno. Anche le emissioni di Co2 diminuiranno di 12.400 tonnellate all'anno, pari alle emissioni di 8.600 automobili. Inoltre, la posizione dei motori al centro del treno garantisce un elevato comfort per i passeggeri, in quanto il rumore e le vibrazioni non vengono trasmessi alle carrozze. "Questo treno nel panorama europeo è il migliore nella sua categoria dal punto di vista dell'innovazione tecnologica - ha detto Andrea Gibelli, presidente di Fnm -. Proseguiamo nell'azione di rinnovamento della flotta dei treni, l'obiettivo resta sempre quello di garantire un servizio migliore alle oltre 800.000 persone che quotidianamente utilizzano il servizio ferroviario regionale".

In collaborazione con:
FNM

Archiviato in