ANSAcom

La Commune à l’Ecole, studenti protagonisti in Valle d'Aosta

Al via la terza edizione del progetto di educazione civica

ANSAcom

Rendere più belli e vivibili i Comuni della Valle d’Aosta, partendo dalla segnalazioni di bambini e ragazzi. Con un’educazione civica che non si ferma sui banchi, ma che punta a rendere i giovani studenti consapevoli e protagonisti del proprio territorio, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria. Lo prevede il progetto interistituzionale ‘La Commune à l’Ecole’, ideato dal Consorzio degli enti locali della Valle d'Aosta (Celva) in collaborazione con la presidenza della Regione, l’assessorato all’Istruzione e il Consiglio Valle. Nato nell’anno scolastico 2016-2017, si concretizza anche per l’anno scolastico 2018/2019 nel concorso educativo ‘Impariamo a crescere insieme’, che giunge oggi alla terza edizione. Una vera e propria sfida per i ragazzi, che imparano a conoscere l’istituzione più vicina, il Comune, e le persone che vi lavorano, dal sindaco agli impiegati, passando per assessori e consiglieri: spesso in modo diretto, con visite nei municipi, negli uffici e negli archivi. Per poi, guidati dai loro insegnanti, proporre modifiche e suggerimenti da un punto di vista ‘nuovo’ per gli amministratori. Non limitandosi a preparare elaborati su carta ma cimentandosi a volte nella produzione di video, siti web e applicazioni per smartphone. ‘Nous, les Syndics de demain. Storie, idee, proposte e competenze per la Valle d’Aosta futura’ è il tema di riflessione proposto quest’anno. I premi per le classi vincitrici sono hi-tech (dai tablet alle action camera), viaggi d’istruzione a Parigi e Bruxelles, gite di scoperta del territorio e workshop in classe. La scadenza per gli interessati è il 12 aprile. All’edizione 2017-2018 avevano partecipato 199 alunni, provenienti da 17 classi, e che avevano presentato otto progetti di buona amministrazione e gestione del bene comune. Erano stati invitati a proporre, in italiano e francese, progetti ed elaborati sul tema ‘Il bene comune non si compra né si vende, ma si impara. Ragazzi, genitori e nonni insieme per la costruzione di una comunità più forte e solidale: esempi, esperienze e proposte di gestione dei beni comuni’. Anche l’edizione precedente era stata dedicata alla condivisione di buone pratiche di cittadinanza. Altre informazioni, insieme ai progetti vincitori, sono disponibili all’indirizzo www.lacommunealecole.it.

In collaborazione con:
La Commune à l’école

Archiviato in