Europa League: Napoli poco fortunato, Arsenal ai quarti

Ma inglesi temono Ancelotti, Sarri pesca lo Slavia

Pierre von Hooijdonk, ambasciatore dell'Uefa par l'Europa League, ha avuto la 'mano pesante' col Napoli nel sorteggio di Nyon. Nei quarti di finale infatti, i partenopei dovranno vedersela con l'Arsenal, attuale quarta forza della Premier League. Andata a Londra l'11 aprile, ritorno al San Paolo dopo una settimana, quando si deciderà quale delle due accederà alla semifinale per affrontare la vincente del derby spagnolo tra Valencia e Villarreal. Sia gli azzurri di Carlo Ancelotti, sia gli inglesi allenati da Unay Emery sono tra le formazioni più accreditate per la vittoria. Tra i Gunners ci tanti giocatori di talento, specialmente dal centrocampo (Xhaka, Ozil, il futuro juventino Ramsey...) in su (Lacazette ed Aubameyang), ma tutti di sicuro avrebbero preferito un altro avversario. "L'abbinamento con il Napoli e' il secondo peggiore, dopo quello col Chelsea, che potesse capitarci - commenta a Nyon il segretario generale dei 'Gunners', David Miles -. Il Napoli è una delle migliori squadre italiane e può ambire a vincere il trofeo. Inoltre, avrà il vantaggio di giocare la gara di ritorno in casa".

All'Arsenal non si danno però certo per vinti. "Siamo molto soddisfatti dal lavoro svolto da Emery sin qui. Vogliamo tornare in Champions e abbiamo due vie per riuscirci: con Tottenham, Manchester United e Chelsea lotteremo sino alla fine per il terzo e quarto posto in campionato, ma possiamo ottenere il visto anche vincendo l'Europa League. Sono certo che per il nostro manager entrambe le competizioni hanno la stessa importanza". Il dirigente londinese ha anche speso parole di apprezzamento nei confronti di Aaron Ramsey. "E' peccato che se ne vada al termine della stagione dopo dieci anni da noi. Comunque, sta dando tutto in campo per noi e sono certo che farà bene anche alla Juve". Ancelotti ha già affrontato varie volte l'Arsenal, vincendo cinque delle otto partite disputate e perdendone due. Un buon auspicio, con la possibile prospettiva poi di trovare in una eventuale finale il Chelsea di Maurizio Sarri, il 29 maggio a Baku (Azerbaigian). I Blues affronteranno nei quarti lo Slavia Praga e la vincente se la vedrà con uno tra Benfica e Eintracht.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA