Microsoft, progetto per il controllo della privacy

Si chiama Project Bali e si basa sul concetto di banca dati degli utenti

In un periodo di grande dibattito sulla privacy, innescato dal caso Cambridge Analytica, Microsoft lavora ad un progetto per dare agli utenti il controllo sulle informazioni personali con una sorta di database. Si chiama Project Bali e punta a risolvere il concetto di Inverse Privacy, pubblicato per la prima volta dai ricercatori Microsoft nel 2014: i dati personali sono inversamente privati una terza parte ne ha accesso mentre non ce l'ha il proprietario originale.

Il progetto - spiega sito Zdnet - dovrebbe consentire di aggregare i dati personali dei vari siti e memorizzarli all'interno della banca dati che è Project Bali. Gli utenti saranno anche in grado di visualizzare i dati. Project Bali richiede attualmente un codice di accesso per funzionare e al momento è disponibile come beta privata, quindi non ufficiale e in sperimentazione.

Un'idea simile l'ha avuta l'inventore del web Tim Berners Lee, che qualche mese fa ha presentato il progetto Solid. E' una piattaforma che permette di decentralizzare la gestione dei dati, lasciando gli utenti liberi di decidere dove le proprie informazioni vanno, chi le legge e quali app possono accedervi.
    
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA