Smartphone, mercato italiano a +10,9%

Analista, crescono consegne nel primo trimestre, in Europa -6,3%

Il mercato italiano degli smartphone è in netta controtendenza rispetto al resto dell'Europa, soprattutto all'area occidentale. Nel primo trimestre le consegne sono aumentate del 10,9% su base annua, a fronte di un calo del 6,3% registrato nel continente. Lo dice all'ANSA l'analista Ben Stanton della società di ricerca Canalys. Il quadro europeo vede l'area orientale crescere del 12,3% tra gennaio e marzo, a quota 15,9 milioni di smartphone. In Europa Ovest, invece, le consegne segnano un -13,9% a 30,1 milioni di unità. A soffrire di più sono i mercati principali della telefonia mobile: Regno Unito (-29,6%), Francia (23,2%) e Germania (-16,7%).

In questo contesto il mercato italiano, anch'esso tra i più grandi d'Europa, si mostra in salute. "L'Italia è leggermente meno satura di Regno Unito, Francia e Germania se si guardano le consegne di smartphone in proporzione alla popolazione, quindi c'è ancora un margine di crescita delle vendite", spiega Stanton. "L'Italia ha inoltre visto un forte incremento da parte di Huawei, che nel trimestre ha spedito oltre un milione di smartphone. L'azienda è ampiamente al secondo posto dietro Samsung e davanti ad Apple", prosegue l'analista.

E Huawei non è l'unica azienda cinese che potrebbe conquistare il mercato: il 24 maggio debutterà ufficialmente in Italia Xiaomi, che detiene il quarto posto nelle vendite sia europee che mondiali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA