15:46

Macron, mai dimenticare i valori dell'Ue

Sui migranti 'soluzione a 28 o tra gruppo di Stati'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BRUXELLES, 24 GIU - "Non ci dimentichiamo mai chi siamo e da dove veniamo, non ci dimentichiamo mai i nostri principi e i nostri valori e su questo punto sono" irremovibile, e cerchiamo "l'efficacia" nelle soluzioni "perché siamo garanti della coesione dei nostri popoli". Così il presidente francese Emmanuel Macron, arrivando al minisummit a Bruxelles. "Dobbiamo trovare una soluzione europea sui migranti - ha detto Macron - e si costruirà solo attraverso la cooperazione dei Paesi dell'Ue, che si tratti di una collaborazione a 28 o tra più Stati che decidono di andare avanti assieme. Questo richiede la responsabilità di ciascuno e spirito di solidarietà per condividere il peso che alcuni Paesi conoscono".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

15:46

Turista si lancia con tuta alare e muore

Vittima è inglese, si era buttato da una cima dell'Agordino

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - VENEZIA, 24 GIU - Un turista inglese è morto dopo essersi lanciato con la tuta alare da una cima dell'Agordino.
    Sul posto gli uomini del Soccorso alpino.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

15:44

Migranti: Merkel, accordi bi-trilaterali

La cancelliera: 'Non esiste ancora una soluzione europea' a 28

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BRUXELLES, 24 GIU - "Oggi è un incontro molto importante" per trovare "accordi bilaterali e trilaterali" sul tema della migrazione, "l'aspettativa è che si possa trovare una soluzione comune in questi giorni", in vista del vertice europeo di giovedì. Così la cancelliera tedesca Angela Merkel arrivando al mini summit a Bruxelles sui migranti. "Sappiamo che non esiste ancora una soluzione europea, quindi si tratta di trovare accordi bilaterali, di come possiamo aiutarci a vicenda e trattarci reciprocamente in modo equo e onesto", ha sottolineato Merkel.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

15:42

Conte, superare regolamento Dublino

Il premier annuncia la proposta italiana sui migranti

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - "Superare completamente regolamento di Dublino". Il premier Giuseppe Conte annuncia, prima del vertice informale europeo di Bruxelles, la proposta italiana sui migranti.
    La proposta italiana - ha detto Conte - mira a "una puntuale politica di regolazione dei flussi che sia realmente efficace e sostenibile e al totale superamento del regolamento di Dublino, che noi riteniamo" legato "ad un quadro emergenziale" quando invece vogliamo una gestione "strutturale", afferma il premier Giuseppe Conte arrivando al vertice informale europeo a Bruxelles. "Sono appena arrivato a Bruxelles - si legge poi in un tweet dello stesso Conte - per portare la proposta italiana sul tema immigrazione: European Multilevel Strategy for Migration. L'Italia in Europa è chiamata ad una sfida cruciale.
    E vi garantisco - ha assicurato - che sarà un radicale cambio di approccio sul tema".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

15:27

Migranti: Conte, il cambio sarà radicale

L'Italia in Europa è chiamata ad una sfida cruciale

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - "Sono appena arrivato a Bruxelles per portare la proposta italiana sul tema immigrazione: European Multilevel Strategy for Migration. L'Italia in Europa è chiamata ad una sfida cruciale. E vi garantisco che sarà un radicale cambio di approccio sul tema". Lo scrive su twitter il premier Giuseppe Conte.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA





14:43

Donne saudite guidano, 'non ci crediamo'

Le testimonianze dopo la fine del divieto di guidare

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - "Mi sono svegliata presto stamani, prima del solito. Ero così emozionata che non sono riuscita a dormire. Oggi sto guidando per andare al lavoro, e per la prima volta non devo stare seduta dietro": è una delle testimonianze che arrivano dall'Arabia Saudita, dove dalla mezzanotte è consentito alle donne di guidare.
    "Sto guidando, ancora non posso crederci: sto andando a Jedda guidando", racconta Roa Altaweli alla Bbc. "Il giorno uno è tranquillo sulle strade - ci sono le vacanze a scuola -. E non è una brutta cosa per ansiosi automobilisti 'della prima volta'.
    Sono accompagnata da mio padre, per alcune dritte e per avere sostegno morale".
    "Mi sono fermata per un caffè", continua la signora: "Sono stata la prima automobilista donna che il barista abbia mai servito".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

14:36

Hollywoodland, quando il cinema è incubo

Mortillaro svela i meccanismi spietati della fabbrica dei sogni

Chiudi  (ANSA)

(ANSA)-ROMA, 24 GIU- L'inganno dei produttori e delle major, che come il gatto e la volpe seducono, blandiscono, irretiscono.
    I sogni da agguantare al volo che troppo spesso si sciolgono come neve al sole nella Città degli Angeli, meta agognata di tanti wannabe del mondo. Un po' thriller, un po' spietato reportage, Hollywoodland è il romanzo d'esordio di Duccio Mortillaro, avvocato italiano che da anni vive e lavora a L.A. e ben conosce le dinamiche dell'industria cinematografica. Al centro della storia - introdotta da una prefazione di Walter Veltroni- c'è Paolo, ragazzo di belle speranze che si presenta come il classico esempio del nuovo italiano globalizzato, uno che ha studiato, si è messo in gioco con entusiasmo, fino a qualificarsi con il suo copione al secondo posto in un concorso della University of Southern California. Il suo sogno è diventare uno sceneggiatore. E grazie all'aiuto di Finch, suo mentore e patron degli Studios, quel sogno si realizza. Per poi trasformarsi però trasformarsi in un incubo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Pubblicità