Treviso, infermiera fingeva di vaccinare

Asl, 'grave violazione doveri', campagna richiamo 500 pazienti

(ANSA) - TREVISO, 19 APR - Un'infermiera è al centro di un procedimento disciplinare dell'Asl 2 di Treviso perchè sospettata di aver solo finto di vaccinare molti dei bambini portati al suo ambulatorio, buttando via le fiale dopo aver registrato la prestazione. I colleghi si erano insospettiti, perchè i bimbi non piangevano durante l'iniezione. Il caso era stato segnalato nel giugno 2016 a Nas e Procura. Ma a marzo 2016 il gip, su richiesta del pm, aveva archiviato. L'Asl, ritenendo si configuri "una grave violazione dei doveri professionali", ha avviato una campagna di richiamo che riguarda potenzialmente 500 pazienti (bimbi e adulti), fissando delle giornata vaccinali straordinarie e mirate per varie patologia il 24 e 28 aprile e il 2 e 6 maggio. La Procura di Treviso, intanto, sulle base di nuovi elementi raccolti da un'indagine interna dell'Asl, sta valutando la possibilità di riaprire il fascicolo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

COS.IDRA. srl

La crisi del settore edilizio: come uscirne indenni?

COS.IDRA. srl, azienda padovana leader nella realizzazione di fondazioni e opere idrauliche, non ha dubbi: “Credibilità, investimenti e welfare aziendale”


null

Tagliare con l’acqua, con Sirio si può

“Siamo artigiani ma anche persone che hanno sempre voluto sperimentare, grazie a questo siamo cresciuti”, dicono dalla famiglia Castellan


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere