Università:open access,Crui (Rettori) e Wiley firmano intesa

Accesso aperto ai 66 atenei aderenti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 01 MAR - Crui (Conferenza dei rettori delle Università italiane) e John Wiley & Sons hanno annunciato l'avvio di un accordo quadriennale per accelerare la pubblicazione ad accesso aperto nelle 66 università aderenti.
    L'accordo di 'read and publish', partito a luglio 2020, consente ai ricercatori di accedere alle riviste di Wiley e garantisce loro la possibilità di pubblicare ad accesso aperto nelle riviste ibride dello stesso editore, fino a una quota stabilita annualmente. La struttura dell'accordo favorisce un passaggio scaglionato alla pubblicazione in accesso aperto. A partire da quest'anno, migliaia di articoli pubblicati su riviste Wiley dai ricercatori delle università aderenti alla CRUI saranno resi ad accesso aperto.
    "La CRUI è impegnata sul tema dell'accesso aperto fin dal 2004 e dal 2019 ha iniziato a siglare accordi con gli editori internazionale per trasformare i canoni da 'sola lettura' in 'read and publish'- ha sottolineato Stefano Ruffo, Rettore della SISSA e coordinatore della Commissione CRUI per le Biblioteche - In quest'ottica l'accordo con Wiley rappresenta un passo avanti importante. Poter pubblicare senza costi diretti fornisce ai nostri ricercatori uno strumento per condividere i risultati del loro lavoro e per contribuire alla diffusione dei saperi".
    "L'accesso aperto rimane una priorità importante per la comunità mondiale dei ricercatori. Siamo lieti di lavorare con CRUI per fornire questo accordo che soddisfa direttamente le esigenze di università, ricercatori e studenti in tutta Italia - ha detto Judy Verses, Vicepresidente esecutivo di Wiley in Research - Questo accordo pluriennale rafforza l'impegno di Wiley ad espandere le proprie offerte di accesso aperto con uno slancio crescente, in particolare mentre festeggiamo il nostro decimo anno di pubblicazione in gold open access". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA