Truffa dello 'specchietto retrovisore', due arresti a Milano

Pizzicati da auto civetta, avevano precedenti per lo stesso reato

Redazione ANSA ROMA

Due professionisti della truffa, e in particolare di quella detta 'dello specchietto retrovisore' sono stati arrestati dalla Polizia a Milano, che li ha colti sul fatto. I due, a bordo di un'auto di grossa cilindrata, in via Cenisio hanno affiancato una Mercedes guidata da una donna di 27 anni, e senza farsi vedere l'hanno colpita con un sasso per simulare una 'toccata', fra le due vetture. Poi hanno fatto i fari e suonato il clacson alla malcapitata per farla fermare cercando di convincerla a risarcire subito il danno, con 100 euro, senza mettere di mezzo le rispettive assicurazioni. Ma una pattuglia della Squadra mobile, su un'auto civetta, li seguiva e gli agenti li hanno arrestati: si tratta di due campani 'trasfertisti' con molti precedenti per reati simili, un 44enne e un 58enne, che erano già stati denunciati per lo stesso reato il 10 maggio scorso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie