Volkswagen: 'L'elettrificazione cambia rapidamente le auto'

Obiettivo tornare a ROS compreso fra 7-8%

Redazione ANSA

Sull'ipotesi del contenimento della pandemia da Covid-19, il Gruppo Volkswagen prevede per il 2021 una ripresa significativa della propria attività rispetto all'anno precedente. Lo ha detto Arno Antlitz, nuovo Cfo di Volkswagen AG durante la conferenza annuale sui risultati finanziari. Per gli anni successivi, il Gruppo di Wolfsburg punta a migliorare ulteriormente la propria redditività, con l'obiettivo di riportare il ritorno operativo sulle vendite nel corridoio del 7-8%. Il continuo recupero delle vendite e una maggiore disciplina dei costi contribuiranno a questo processo. I costi fissi (esclusi R&S e investimenti) dovrebbero diminuire dai livelli del 2020 di circa 2 miliardi di euro o del 5% entro il 2023. Per Volkswagen AG l'obiettivo è ridurre i costi dei materiali del 7% entro lo stesso periodo e gli investimenti per ricerca e sviluppo nella divisione automotive a circa il 6% entro il 2025. Nel corso della conferenza annuale sui risultati finanziari 2020, Volkswagen AG ha dettagliato la roadmap per il ritorno alla profittabilità. Per il 2021 l'obiettivo è raggiungere un ritorno operativo sulle vendite compreso fra il 5 e il 6,5% (era stato del 7,6% nel 2019) e di risalire al 6 - 7% nel 2022. Il ritorno al corridoio compreso fra il 7 e l'8% è fissato al 2025.

"L'elettrificazione e la digitalizzazione stanno cambiando i veicoli più velocemente e in modo più radicale che mai". Lo ha detto oggi Herbert Diess, Ceo di Volkswagen AG durante la presentazione del bilancio dello scorso anno fiscale. Ma Diess ha anche ribadito che il Gruppo ha deciso di "non impegnarsi nel fissare una data per la fine della tecnologia dei motori a combustione", cioè quelli a benzina e diesel. Questo "per effetto delle differenze locali nella produzione di energia elettrica e in base alle condizioni normative". Il Ceo di Volkswagen AG ha ribadito che la produzione dei modelli tradizionali, con "motori termici ad alta efficienza" proseguirà anche dopo il 2030 per supportare con accresciuta profittabilità gli investimenti per l'elettrificazione. Volkswagen AG proseguirà con ulteriore impegno nello sviluppo delle architetture per modelli elettrici: dopo le piattaforma MEB e PPE Entro la metà del decennio, il Gruppo intende sviluppare la Scalable Systems Platform (SSP) su cui potranno essere costruiti modelli di tutti i marchi e di tutti i segmenti.

Nonostante le difficoltà globali legate alla pandemia, Volkswagen AG ha superato significativamente le aspettative formulate al culmine della crisi nella primavera del 2020 raggiungendo a fine anno un utile operativo ante special item di 10,6 miliardi di euro (era stato di 19,3 miliardi nel 2019). Lo ha detto oggi Frank Witter, membro del consiglio di amministrazione del Gruppo responsabile per le finanze e l'IT, in occasione della conferenza annuale sui risultati finanziari. Nel dettaglio i ricavi del Gruppo hanno raggiunto lo scorso anno i 229,4 miliardi di euro, mentre erano stati di 252,6 nel 2019. I diversi marchi del Gruppo hanno consegnato nel 2020 9.157.000 di unità, il 16,4% in meno rispetto al 2019. Il ritorno sugli investimenti ROI è stato del 6,5% contro l'11,2% dell'anno precedente mentre è cresciuta del 25,9% la liquidità netta all 31 dicembre, passata da 21,279 a 26,796 miliardi di euro. Sulla base dei risultati 2020, il Gruppo ha proposto un dividendo di 4,8 euro per azione (4,86 per le privilegiate) cioè gli stessi livelli dello scorso anno.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie