Peugeot 9X8 Hypercar, la sportiva disegnata per correre

Due esemplari al FIA World Endurance Championship 2022

Redazione ANSA Roma

Peugeot ha alzato il velo sulla nuova 9X8 Hypercar di ultima generazione, vettura da competizioni nel FIA World Endurance Championship (FIA WEC) nel 2022.
    Alimentato da un propulsore ibrido con trasmissione a trazione integrale, questo prototipo iper-efficiente si inserisce nella strategia Neo-Performance di Peugeot, orientata alle prestazioni responsabili delle sue vetture stradali e da corsa.
    Il lavoro del team di ingegneri di Peugeot Sport e di Peugeot Design si è unito come mai prima d'ora per produrre la 9X8 che, grazie alle sue linee fluide, all'assenza di un alettone posteriore e alla forte identità del marchio, annuncia una nuova era nell'automobilismo sportivo. Le soluzioni tecniche innovative che racchiude e il suo portamento felino sono caratteristiche inconfondibili di Peugeot.
    La Peugeot 9X8 - l'ultima nata del marchio nelle gare di resistenza - è l'erede diretta della Peugeot 905, vincitrice della 24 Ore di Le Mans nel 1992 e nel 1993, e della Peugeot 908, vincitrice della classica francese nel 2009. Il nuovo prototipo è destinato a continuare il lungo coinvolgimento del marchio nel motorsport di livello mondiale con vetture altamente competitive e caratterizzate da un'identità di marca forte e immediatamente riconoscibile.
    La Peugeot 9X8 è un progetto guidato dal marchio in conformità con la sua visione Neo-Performance che si basa sulla combinazione di un pedigree sportivo premium con l'eccellenza stilistica, l'efficienza e la competenza tecnologica che può essere portata sulle auto da strada.
    Le forme e le caratteristiche aerodinamiche della 9X8 sono frutto dell'apporto congiunto degli ingegneri di sviluppo che lavorano sotto la responsabilità del direttore Tecnico di Peugeot Sport Olivier Jansonnie e del team di progettazione guidato dal direttore del Design Matthias Hossann.
    Il loro approccio è stato disciplinato dal regolamento elaborato dalla FIA (Fédération Internationale de l'Automobile) e dall'ACO (Automobile Club de l'Ouest) per la nuova classe Le Mans Hypercar (LMH) che subentra alla vecchia categoria LMP1 delle gare di endurance.
    Il nome fonde la nozione di patrimonio con quella di lungimiranza: il "9" continua la serie utilizzata dal costruttore per le sue recenti auto da corsa di endurance di punta, ovvero la Peugeot 905 (che ha corso dal 1990 al 1993) e la 908 (dal 2007 al 2011), entrambe diventate icone del marchio; la "X" si riferisce alla tecnologia a trazione integrale e al powertrain ibrido della Peugeot Hypercar, che incarna la strategia di elettrificazione del marchio nel mondo delle corse.
    L'"8" è il suffisso utilizzato per tutti gli attuali nomi dei modelli Peugeot, dalla 208 e 2008, alla 308, 3008, 5008 e, naturalmente, la 508 che è recentemente passata per le mani degli ingegneri e dei designer che hanno creato l'Hypercar per diventare la prima auto con il marchio Peugeot Sport Engineered.
    Due Peugeot 9X8 parteciperanno al FIA World Endurance Championship 2022. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie