Che cosa è il Periodontal Risk Assessment (Pra)

Risponde Silvia Masiero, esperto SidP

Redazione ANSA

Il PRA acronimo di PERIODONTAL RISK ASSESSMENT è un semplice metodo di calcolo del rischio parodontale, strutturato per aiutare il clinico, parodontologo o Igienista dentale, ad individuare correttamente il rischio di malattia del singolo paziente, la sua probabilità di progressione della parodontite nonché, ripetendo l’esame periodicamente, la validità della risposta dell’individuo alle terapie messe in atto o il cambiamento avvenuto attraverso le modifiche dei comportamenti rischiosi oppure attraverso la modulazione dei fattori di rischio.

Questo strumento rappresenta un grande aiuto al fine di fornire una assistenza personalizzata al paziente affetto da parodontite, nell’ottica di una sempre migliore parodontologia personalizzata e centrata sulle esigenze del singolo paziente. Anche per il Paziente è un semplice modo per capire da cosa dipende la gravità della sua malattia delle gengive.

Ma come funziona? Il Parodontologo durante la visita del paziente affetto da Parodontite dopo aver eseguito la manovra del sondaggio parodontale, compila la cartella parodontale e rileva alcune radiografie; in più si informa in modo dettagliato sulla presenza dei fattori di rischio comportamentali, di quelli legati alla salute generale e di quelli invece riconducibili a delle alterate condizioni locali. E’ poi necessario elaborare tutte queste informazioni per capire quale sia il rischio di quel paziente: per farlo più semplicemente e attraverso una modalità scientificamente strutturata, i dati vengono inseriti in un contenitore di dati clinici, il PRA appunto: una specie di pallottoliere in cui tutti i numeri del singolo paziente vengono inseriti esitando in un valore che rende conto del rischio che quel soggetto, in quel momento di valutazione dei dati ha che la patologia parodontale di cui è affetto proceda.

Quali numeri vengono inseriti nel PRA?

Il Parodontologo deve inserire i seguenti dati (PRA - L.Trombelli Università di Ferrara)

- Paziente fumatore o non fumatore e numero sigarette fumate

- Paziente diabetico e valori eventuali della emoglobina glicata

- Numero dei siti in cui la profondità di sondaggio è superiore o uguale ai 5mm

- Percentuale di sanguinamento al sondaggio

- Rapporto tra età del paziente e perdita ossea radiografica

Ognuna delle caratteristiche del paziente corrisponde ad un numero e la somma dei 5 numeri delle diverse 5 condizioni indagate dà un valore totale che è espressione del rischio più o meno elevato di progressione della pardontite.

Ecco un esempio chiarificatore:

- Paziente fumatore 8 sigarette al giorno: 2 PUNTI

- Paziente non diabetico: 0 PUNTI

- Più di 10 siti in cui il sondaggio è superiore o uguale ai 5mm: 4 PUNTI

- 25% di sanguinamento al sondaggio: 3 PUNTI

- 5 denti con perdita ossea maggiore di 4mm in Paziente di 45 anni: 4 PUNTI

TOTALE 13 PUNTI: RISCHIO MEDIO ELEVATO DI PROGRESSIONE DI PARODONTITE

Se hai la Parodontite conosci il valore dl tuo PRA? Ogni Paziente può chiedere al proprio dentista di provare a calcolarlo assieme!

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA