BMW International a Hovland, Kaymer 2/o in Germania

E' il primo norvegese a imporsi sull'Eurotour. Gagli 62/o

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - Viktor Hovland rispetta i pronostici della vigilia e vince in Germania, con un totale di 269 (68 67 64 70, -19) colpi, il BMW International Open entrando nella storia quale primo giocatore norvegese a imporsi nella storia dell'European Tour.
    A Monaco di Baviera, sul percorso del Golfclub München Eichenried (par 72), il 23enne di Oslo - stella del golf continentale - ha superato la concorrenza di Martin Kaymer, secondo con 271 (-17) e protagonista del miglior score di giornata. Non è bastato al tedesco un ultimo giro chiuso in 64 (-8), con dieci birdie e due bogey, per ritrovare un successo che insegue dallo US Open del 2014. Già runner up nel 2018, Kaymer era riuscito a trionfare al BMW International Open nel 2008.
    In terza posizione con 273 (-15) s'è piazzato invece lo spagnolo Jorge Campillo. Solo 62/o con 286 (-2) il fiorentino Lorenzo Gagli, unico azzurro in gara. Hovland, professionista dal 2019 (il passaggio tra i big è arrivato dopo il 12/o posto allo US Open di due anni fa), è stato il numero 1 al mondo tra i dilettanti. Sul PGA Tour, il massimo circuito americano, ha già vinto due tornei nel 2020: il Puerto Rico Open e il Mayakoba Golf Classic in Messico. Quattordicesimo nel world ranking alla vigilia del BMW International Open, il norvegese adesso "vede" la Top 10. Insieme a Johannesseen rappresenterà la Norvegia nella gara individuale maschile ai Giochi di Tokyo. E poi proverà a conquistarsi un posto (sempre più vicino) nel team Europe alla Ryder Cup di settembre nel Wisconsin (Usa). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA