KPMG: Korda si prende tutto, 3/o posto per la Molinaro

1/o Major per americana, nuova regina green. L'azzurra è grande

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Vittoria e trono mondiale. A Johns Creek (Georgia, Usa) Nelly Korda si prende tutto. L'americana, con un totale di 269 (70 63 68 68, -19) conquista il KPMG Women's PGA Championship, terzo Major 2021 del golf femminile e sale al primo posto nel Rolex ranking. La 22enne di Bradenton è la nuova regina del green in rosa diventando così la terza americana dopo Stacy Lewis (per quattro settimane nel 2013 e ventuno nel 2014) e Cristie Kerr (cinque settimane nel 2010) a riuscirci.
    Ma negli Stati Uniti da registrare c'è anche il terzo posto show di Giulia Molinaro. L'azzurra, che ha chiuso il torneo in 278 (70 70 66 72, -10) ha ottenuto il miglior risultato in carriera in un Major festeggiando anche la qualificazione (l'ufficialità arriverà solo domani) ai Giochi di Tokyo. Con la 30enne di Camposampiero (Padova) che, dopo aver partecipato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 si prepara a volare in Giappone dove punta a un ruolo da protagonista. Solo Stefania Croce nel 2000, in questo torneo del Grande Slam, era riuscita a conquistare un piazzamento migliore chiudendo al secondo posto - dopo il play-off - alle spalle di Juli Inkster (44 successi in carriera, di cui 31 sul LPGA Tour con 7 Major in bacheca).
    All'Atlanta Athletic Club (par 72) Nelly Korda, cresciuta in una famiglia di campioni, ha dimostrato ancora una volta tutta la sua classe. Festeggiando il terzo titolo stagionale sul LPGA Tour (dove ha collezionato 6 successi), il primo in un Major. E ora insieme a Lexi Thompson, Danielle Kang e alla sorella Jessica rappresenterà gli Stati Uniti alle Olimpiadi la cui gara individuale di golf femminile si giocherà dal 4 al 7 agosto al Kasumigaseki Country Club. Le due Korda si preparano così ad emulare la mamma Regina Rajchrtová che, nel 1998, ha rappresentato la Cecoslovacchia ai Giochi olimpici del 1988 di Seoul. "E' tutto così fantastico. La prima vittoria in un Major, i Giochi al fianco di mia sorella, purtroppo senza poter aver accanto la nostra famiglia. Sto vivendo il momento più bello della mia carriera e voglio godermelo al massimo". Questa la gioia, al termine della gara, di Nelly Korda. Che ha superato di tre colpi la connazionale Lizette Salas, seconda con 272 (-16), con cui guidava il leaderboard dopo il "moving day".
    Bottino pieno per la Korda. Questo trionfo le permette di incassare un assegno di 675.000 dollari a fronte di un montepremi complessivo di 4.500.000 dollari (record del torneo) e di conquistare anche il primo posto non solo nel ranking mondiale ma anche nella money list del LPGA Tour. Quanto alla Molinaro il suo è un risultato di assoluto prestigio. Arrivato col brivido e grazie a un birdie nel finale dove ha rischiato di pagare a caro prezzo qualche sbavatura di troppo. Dopo un bogey iniziale nel quarto round l'azzurra ha collezionato due birdie e un eagle per una gara quasi perfetta fino alla buca 14. Poi, alla 15, è arrivato un doppio bogey seguito da due bogey (alla 16 e alla 17). E la prodezza finale ha permesso alla Molinaro di agganciare al terzo posto la sudcoreana Hyo Joo Kim. E se Nelly Korda - al secondo successo consecutivo dopo l'exploit della scorsa settimana al Meijer LPGA Classic, figlia di Petr Korda, ex campione di tennis che nel 1998 ha vinto gli Australian Open e sorella di Sebastian che, sempre con la racchetta ha conquistato lo scorso maggio il primo torneo ATP battendo a Parma Marco Cecchinato - è stata la protagonista annunciata del KPMG Women's PGA Championship, la Molinaro è stata la grande sorpresa del torneo. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA