Crisi: Cciaa Firenze, serve taglio ad affitti commerciali

Proposta la riduzione per legge del 50% con un credito d'imposta

(ANSA) - FIRENZE, 14 APR - Un taglio agli affitti commerciali nelle aree dei centri storici, le più colpite dalle conseguenze economiche dell'emergenza Covid, con una durata limitata nel tempo (al massimo per due anni) e riservato alle sole attività che abbiano la sede legale nel territorio. E' questa la proposta elaborata dalla Camera di commercio di Firenze con il contributo dell'Ordine dei dottori commercialisti, e messa a disposizione delle forze politiche perché la possano portare all'attenzione del Governo, della Regione e delle Amministrazioni locali.
    Secondo la proposta, se a un canone annuo di 100mila euro si applicasse un taglio del 50% con un credito d'imposta per legge di 25mila euro a vantaggio del proprietario e un analogo credito d'imposta per l'affittuario, quest'ultimo vedrebbe ridursi del 75% il proprio costo di locazione, mentre per il proprietario la perdita sarebbe dell'11% in caso di società di capitale e del 4,15% se persona fisica, a fronte però di un incasso 'sicuro' che sfiorerebbe il 90% per le società e di oltre il 95% nel caso di persona fisica.
    La proposta, spiega il presidente della Camera di commercio Leonardo Bassilichi, "si aggiunge all'impegno già preso dalla Camera di avviare un servizio di mediazione gratuita in materia di affitti commerciali per tutto il 2021 e vuole essere un contributo a superare la gravissima crisi che ha investito le attività e le aree a maggior vocazione turistica". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie