Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Tecnologie > La tecnologia cambierà il 'cervello' ma non il volto delle città

La tecnologia cambierà il 'cervello' ma non il volto delle città

Il punto degli esperti alla fiera degli inventori di Venezia

17 ottobre, 12:33
La tecnologia cambia il 'cervello', ma non il volto delle città (fonte: D NEST) La tecnologia cambia il 'cervello', ma non il volto delle città (fonte: D NEST)

La tecnologia del futuro cambierà il 'cervello' delle nostre città, ma non stravolgerà il loro 'volto': ad affermarlo sono gli esperti di sviluppo urbano e smart cities riuniti a convegno in occasione di 'D-nest International Inventors Exhibition', la fiera degli inventori al PalaExpo di Venezia.

I cambiamenti che ci attendono nel futuro, spiegano a più voci, avverranno lentamente, senza stravolgere lo spazio urbano che conosciamo oggi. Ad aumentare l''intelligenza' delle città sarà soprattutto l'Internet delle cose che connetterà gli oggetti fra di loro, come spiega Alessandro Fossato, di Interlogica Industries. Il 'potere' sarà anche nelle nostre mani, armate di tutto punto con smartphone e altre tecnologie mobili: ci sarà infatti una sempre più estesa raccolta di dati diretti tra i cittadini, grazie ai quali sarà possibile ottenere sempre più indicatori oggettivi della vivibilità urbana, come sottolinea Francesco Policelli di Open Data Manager.

L'architettura urbana, secondo Pierantonio Val dell'Università Iuav di Venezia, punterà invece a 'rottamare il passato prossimo', dialogando con il passato e adeguandosi alle mutate condizioni della società contemporanea.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA